Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Viabilità invernale su asfalti drenanti

Soluzioni saline prodotte in house, soluzioni distribuite ad alta temperatura e pressione per ottenere velocità, efficacia e risparmio

Con l’impiego sempre più frequente di asfalti di tipo drenante in Italia, si è andato affermando di pari passo l’uso delle soluzioni saline. In caso di nevicata, per esempio, si ricorre sempre più spesso all’impiego di soluzioni di cloruro di calcio, poiché garantiscono una migliore e più persistente azione fondente su tale tipo di tappeto stradale.

Immagini

  • L’impianto di preparazione e di stoccaggio di soluzioni saline presso il Centro di manutenzione di Fara Olivana sulla BreBeMi
    article_5083-img_2657
    L’impianto di preparazione e di stoccaggio di soluzioni saline presso il Centro di manutenzione di Fara Olivana sulla BreBeMi
  • Lo Speed Brine per la preparazione di soluzione salina da 10.000 l e il serbatoio di stoccaggio da 140.000 l (Autostrade per l’Italia, P.M. Como)
    article_5083-img_2658
    Lo Speed Brine per la preparazione di soluzione salina da 10.000 l e il serbatoio di stoccaggio da 140.000 l (Autostrade per l’Italia, P.M. Como)
  • Il Firestorm in azione in Austria: è evidente l’effetto della penetrazione termo-meccanica su neve compatta
    article_5083-img_2659
    Il Firestorm in azione in Austria: è evidente l’effetto della penetrazione termo-meccanica su neve compatta
  • Il Firestorm da 12.000 l su telaio scarrabile con gancio (Asfinag Austria)
    article_5083-img_2660
    Il Firestorm da 12.000 l su telaio scarrabile con gancio (Asfinag Austria)
  • L’impianto Self Service del sale da 750 t con impianto per la preparazione in house e lo stoccaggio delle soluzioni saline da 140.000 l (Autostrade per l’Italia, P.M. Como)
    article_5083-img_2661
    L’impianto Self Service del sale da 750 t con impianto per la preparazione in house e lo stoccaggio delle soluzioni saline da 140.000 l (Autostrade per l’Italia, P.M. Como)
  • I serbatoi di stoccaggio della soluzione da 40.000 l cadauno (P.M. Mozzate, Autostrada Pedemontana Lombarda)
    article_5083-img_2662
    I serbatoi di stoccaggio della soluzione da 40.000 l cadauno (P.M. Mozzate, Autostrada Pedemontana Lombarda)

Oltre all’implementazione degli impianti di stoccaggio della soluzione salina, negli ultimi anni si è ricorsi anche ad impianti che permettessero la produzione in house delle stesse.

Quanto sopra per le seguenti motivazioni:

  • le soluzioni saline prodotte in casa costano molto meno delle soluzioni consegnate in loco già preconfezionate;
  • la possibilità di autoprodurre soluzioni saline svincola l’utilizzatore dalle consegne di terzi, che in periodi di nevicate generalizzate, possono subire ritardi consistenti pregiudicando il livello qualitativo se non addirittura la fattibilità di un adeguato servizio di viabilità invernale all’utenza;
  • la certezza di poter sempre disporre di scorte strategiche, a fronte di stoccaggi molto più piccoli.
Speed Brine: sistema brevettato polifunzionale per la preparazione rapida di soluzioni saline

Per poter ottemperare con successo alle esigenze operative sopra menzionate, era necessario rivoluzionare il modo di produrre le soluzioni saline. Agristrade ha sviluppato un sistema denominato Speed Brine, che coniuga brillantemente i seguenti aspetti prestazionali e funzionali:

  • velocità nella preparazione delle soluzioni saline: rispetto ai sistemi fino ad oggi reperibili sul mercato, che consentivano produzioni orarie di massimo 2.500-3.000 l/ora, lo Speed Brine permette prestazioni da sei a otto volte più veloci, vale a dire fino a 20.000 l/ora;
  • polifunzionalità: è possibile ora confezionare soluzioni antighiaccio con ogni fondente stradale presente sul mercato (cloruro di calcio, sodio e magnesio) ed anche, e soprattutto, con quei prodotti non particolarmente puri (ad esempio il sale marino stoccato in cumuli);
  • qualità delle soluzioni prodotte: grazie a uno speciale sistema di filtraggio e separazione delle impurità, le stesse decantano nella parte inferiore della vasca e sono facilmente amovibili grazie ad apposito scarico di fondo. Si producono così soluzioni “pulite”, che riducono il rischio di intasamento degli ugelli delle autobotti innaffiatrici e/o dei sistemi di umidificazione del sale sugli spargitori;
  • risparmio: il costo della soluzione prodotta, anche grazie ai tempi ridottissimi necessari per il confezionamento ed il conseguente limitato impiego di manodopera, è nettamente inferiore a quello della soluzione acquistata già confezionata.

Si stimano risparmi medi fino ad 45,00 Euro/t di soluzione, in funzione delle condizioni locali di mercato.

Un esempio tangibile di quanto sopra affermato è l’allestimento, presso il Centro di manutenzione di Fara Olivana, della nuova Autostrada A35 BreBeMi, di un impianto in grado di produrre e stoccare in maniera rapidissima soluzioni saline di diverso tipo.

L’impianto nella fattispecie è composto da:

  • un dissolutore Speed Brine della capacità di 10.000 l;
  • una vasca automatizzata di accumulo dell’acqua della capacità di 30.000 l. Essa è stata prevista per sopperire alla linea di adduzione dalla rete pubblica, che non sempre riesce a garantire portate adeguate;
  • due serbatoi di stoccaggio automatizzati della capacità di 40.000 l cadauno, per lo stoccaggio complessivo di 80.000 l di soluzione di cloruro di sodio;
  • un serbatoio di stoccaggio automatizzato della capacità di 40.000 l, per la soluzione di cloruro di calcio.

Altre Concessionarie autostradali hanno invece implementato strada facendo il sistema di solo stoccaggio dei fondenti liquidi, affiancando i sistemi di preparazione in loco ai serbatoi di accumulo della soluzione acquistata già confezionata.

Firestorm: il valore aggiunto

Con il brevetto Firestorm, Agristrade offre un importante valore aggiunto nella distribuzione delle soluzioni saline su strada.

Le autobotti innaffiatrici comuni, hanno infatti solamente la capacità di caricare soluzioni saline preventivamente confezionate, stoccate in appositi serbatoi e di distribuirle successivamente a temperatura ambiente sulla carreggiata stradale. Il Firestorm rivoluziona il modo di effettuare il servizio di viabilità invernale, avendo la capacità, sia di produrre che di distribuire il fondente liquido.

Esso è dotato di uno speciale sistema di dissoluzione, che permette la auto-preparazione rapidissima della soluzione di cloruro di calcio. È noto che il cloruro di calcio, sciogliendosi in acqua, sviluppa calore (effetto esotermico), calore che viene “imbrigliato” all’atto della preparazione all’interno del serbatoio coibentato, per mantenerlo alla massima temperatura di erogazione su strada.

Si ottengono così i seguenti importantissimi vantaggi:

  • distribuzione su neve e/o ghiaccio di soluzione ad alta temperatura (da 55 °C a 70 °C);
  • grazie ad una speciale barra brevettata, la soluzione calda viene distribuita con getti rettilinei, ad una pressione di 7 bar.

Ne consegue un triplice effetto chimico-termico-meccanico dirompente per la rapida fusione e rimozione degli strati scivolosi:

  • risparmio: sia nei costi di preparazione della soluzione salina, che come già sopra evidenziato sono nettamente inferiori a quelli della soluzione comperata già confezionata; sia per il minor numero di interventi e per le minori quantità di fondente necessario su strada, a fronte della maggiore e più rapida capacità fondente ottenuta con il calore e la pressione di erogazione;
  • disponibilità di un mezzo polifunzionale, in grado di effettuare le operazioni ordinarie,, ma anche quelle di emergenza, in cui il valore aggiunto dato dall’alta temperatura e pressione di esercizio sono determinanti per il buon esito del servizio di viabilità invernale all’utenza.

Tali vantaggi sono amplificati nel caso di impiego di questa nuova tecnologia sugli asfalti drenanti, che come è noto abbisognano di una maggior cura nei trattamenti di viabilità invernale.

Lo stoccaggio automatizzato del sale e della soluzione salina

L’inequivocabile maggior comfort e sicurezza di guida, garantito dagli asfalti drenanti in caso di pioggia, è innegabile e sotto gli occhi di tutti. Il rapido allontanamento, per drenaggio, dell’acqua piovana dalla superficie stradale, permette all’utenza di viaggiare in sicurezza e con limite di velocità solo leggermente ridotto anche con condizioni meteorologiche avverse. A questi evidenti vantaggi in periodo estivo, fa da contraltare il maggior impegno che tale tipo di pavimentazione richiede in inverno per mantenere la carreggiata sicura e protetta dai fenomeni nevosi e gelivi.