Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

L’Europa scommette sulla guida autonoma

Le innovazioni contenute nella recente comunicazione del Terzo Mobility Package

sfondo crocco

Pur essendo in grado di percorrere tutte le strade, l’auto a guida autonoma troverà nelle Smart Road il suo ambiente ideale. Così la Commissione promette di promuovere tra gli Stakeholder un mercato interno più sicuro attraverso l’innovazione, la sicurezza nella mobilità autonoma, la valutazione della responsabilità, la connessione e le comunicazioni tra veicoli-infrastruttura, la cybersecurity e protezione dei dati, non dimenticando il tema dell’etica.

Tutto questo cercando di anticipare gli effetti a lungo termine sul sistema di trasporto, l’economia, l’ambiente e l’occupazione nei vari Paesi coinvolti poiché siamo ancora in fase di sperimentazione: la ricerca sarà una parte fondamentale nei prossimi anni.

La Commissione, nella sua recente comunicazione sulla guida autonoma, promette di monitorare e seguire con attenzione lo sviluppo di questo settore poiché siamo ancora in una fase iniziale, con incertezze a lungo termine e attende di vedere come reagisca il mercato.

Lo sviluppo dipenderà molto anche dalle Autorità pubbliche dei vari Paesi coinvolti e il loro sostegno per garantire benefici da tutti i servizi nuovi riguardanti la mobilità. La Commissione si impegna nel monitoraggio, nella consultazione con tutti gli interessati, a istituire Forum dedicati e, ove necessario, una regolamentazione a livello europeo.

Ad oggi, i vari livelli di avanzamento per la guida autonoma partono da 0 fino ad arrivare a 5. Attualmente sul mercato siamo arrivati a livello 2 e sono in fase di sperimentazione i livelli 3 e 4, con l’obiettivo proposto dalla Commissione di raggiungere il completamento dei livelli entro il 2030 per una guida completamente autonoma.