Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Autonomia in movimento per il controllo dei mezzi pesanti

La soluzione per il controllo del peso dei veicoli Kapsch WIM - Weigh-In-Motion

sfondo kapsch

Mentre gli standard di sicurezza delle infrastrutture stanno diventando sempre più severi e rigorosi, i flussi di traffico e, di conseguenza, i danni alle strade stanno aumentando notevolmente in tutto il mondo, con i Governi che riducono sempre di più le risorse per far fronte a queste problematiche. Questo fa sì che l’adempimento della responsabilità primaria del Governo nel garantire l’enforcement venga frenato.

Con il sistema WIM si opera in maniera estremamente accurata e si fornisce una validità dei dati unica: le misurazioni sono infatti considerate 100% valide e pronte per l’enforcement diretto.

Tutti i passaggi dei veicoli vengono registrati e non esistono misure non valide o mancanze, grazie al suo unico sistema di controllo della validità (VCS). Supporta applicazioni aggiuntive come telecamere ANPR (riconoscimento automatico del numero di targa), laser scanner per il rilevamento e la classificazione dei veicoli, telecamere di videosorveglianza, controllo delle sezioni di barra (Section Control) e sistemi di controllo della velocità.

Grazie a sensori ad alta precisione, incorporati nel manto stradale, viene inviato un segnale che trasformato ed elaborato viene convertito in dati relativi al peso basati sulla ruota. Successivamente, vengono determinati e controllati in modo affidabile il peso degli assi, il peso complessivo e il peso del rimorchio.

Kapsch WIM introduce un nuovo standard altamente prestazionale per soluzioni di Weight-in-Motion, in particolare se integrate con un sistema per la riscossione elettronica dei pedaggi, in una soluzione complessiva a costo ridotto.

Un controllo automatico della sicurezza stradale tramite l’enforcement diretto diventerà un elemento sempre più fondamentale per evitare una circolazione incontrollata di mezzi pesanti, per risparmiare nel mantenimento delle infrastrutture, per ridurre l’impatto ambientale, aumentare la sicurezza e, infine, per fornire un modello di circolazione in futuro.