Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Sicurezza del territorio e tecnologia in cantiere

Lavori in corso per la cassa d’espansione Pizziconi a Figline Valdarno (FI), dove l’Impresa Italscavi sta lavorando a pieno ritmo per consegnare la grande opera: la strada è tracciata e anche Sitech Italia è pronta a percorrerla nel miglior modo possibile

Il sistema di controllo Trimble GCS900

Vediamo ora nel dettaglio cosa un sistema di controllo Trimble GCS900 permette di fare alle singole macchine impiegate in cantiere.

Gli escavatori: monitorare lo scavo che interessa la base della vasca di laminazione

Oltre al controllo dei piani da rispettare, la base della cassa è identificata da una griglia virtuale, suddivisa in celle, identificate da lettere e numeri. Italscavi deve dimostrare alla Committenza che lo scavo su una determinata cella è stato fatto in uno specifico intervallo di date, in modo tale da garantire – dal laboratorio che esegue le analisi – la tracciabilità del materiale stesso.

Il calcolo del volume degli scavi extra Capitolato (zone con rifiuti)

Nelle celle in cui, una volta raggiunta la quota di scavo finita, vengono rintracciate delle aree con rifiuti, la Committenza chiede al Cliente di scavare, al fine di bonificare l’area, oltre la quota di progetto, fino ad arrivare al materiale non inquinato. Questi scavi vengono pagati a parte e per metro cubo. Senza dover chiamare un Topografo e senza coinvolgere Personale interno, i dati possono essere ricavati direttamente dall’escavatore attraverso il Trimble Visionlink, con un conseguente guadagno di tempo e costi.

Il monitoraggio della finitura delle scarpate

L’escavatore viene utilizzato per rifinire le scarpate degli argini di contenimento. Il VisionLink permette di verificare la qualità del lavoro eseguito in cantiere, sempre direttamente dall’ufficio.

Il dozer: monitorare l’avanzamento dei rilevati e il modellamento degli argini
Il calcolo dei volumi tra i vari stati di avanzamento

Con Visionlink è possibile filtrare i dati per intervallo di date e salvare questi filtri come SAL. Facendo un confronto tra i vari SAL, Visionlink restituisce graficamente e numericamente i metri cubi da inserire nella contabilità.

Il calcolo dei volumi tra i diversi stati di avanzamento

Per finire, ecco cosa può fare un rullo equipaggiato del sistema GCS900: man mano che lavora, la macchina rileva il piano finito dopo la compattazione. Tramite Visionlink si possono effettuare confronti di superficie su giorni differenti, per ottenere calcoli di volumi precisi, direttamente dal rullo.

Il controllo della qualità di compattazione

Il sistema CCS900 (Compaction Control System), dotato di un compattometro, è in grado di memorizzare e mappare tutti i dati riguardanti la qualità di compattazione e il numero delle passate eseguite dal rullo. Con questo sistema si riducono notevolmente le prove di piastra necessarie e direttamente dall’ufficio si ha un’idea della qualità del lavoro eseguito. Questo impiego di tecnologia si traduce in un aumento significativo della produttività del cantiere e, in definitiva, della redditività aziendale. È questa una convinzione condivisa sia dagli operatori sia dalla Direzione Lavori sia dagli stessi Titolari di Italscavi che da anni hanno sposato l’evoluzione tecnologica del movimento terra: risparmio di carburante, tempo, costi di rifacimento pressoché azzerati, possibilità di intervenire in tempo reale sui progetti e di documentare lo stato dei lavori nei confronti del Committente, con tolleranze di centimetri e su tutte le aree di lavoro sono argomenti che non lasciano indifferenti i Professionisti del settore. Le Imprese che investono in tecnologia per il loro lavoro quotidiano sono sempre di più, ma ancora troppo poche rispetto alla media nazionale. Per incentivare anche i più scettici, oggi la tecnologia GPS è disponibile anche a noleggio, con tutti i vantaggi operativi, finanziari e fiscali che ciò comporta. Nel mondo e nei paesi Nord Europei, le macchine sono ormai quasi tutte equipaggiate con sistemi 3D: il cantiere di domani parla il linguaggio della tecnologia e della condivisibilità dei dati. Le Imprese che per prime faranno loro questa filosofia ricaveranno un significativo vantaggio competitivo, aggiudicandosi i lavori più prestigiosi, mantenendo alti i propri profitti e garantendo uno standard di lavoro superiore alla media.

Dati tecnici

  • Stazione Appaltante: Comune di Figline e Incisa Valdarno
  • Progetto preliminare: Comune di Figline Valdarno
  • Progetto definitivo: Idroprogetti Srl
  • Progetto esecutivo: ATI Progettazione Esecutiva e Direzione Lavori: Hydea Srl, Physis Ingegneria, Euro Studio Ingegneria, GeoEco Engineering Srl, Arch. Renzo Funaro
  • Collaudatore: Ing. Remo Chiarini
  • RUP: Ing. Oreste Tavanti
  • Direzione dei Lavori: A.T.I. Progettazione Esecutiva e Direzione Lavori: Hydea Srl, Physis Ingegneria, Euro Studio Ingegneria, GeoEco Engineering Srl, Arch. Renzo Funaro
  • Responsabile Sicurezza: A.T.I. Progettazione Esecutiva e Direzione Lavori: Hydea Srl, Physis Ingegneria, Euro Studio Ingegneria, GeoEco Engineering Srl, Arch. Renzo Funaro
  • Direzione di Cantiere: Geom Stefano Mingoni
  • Esecutori dei Lavori: Italscavi Sas
  • Subappaltatori: Quattrini Srl, Castellucci Mario Srl
  • Importo dei lavori: 9.174.824,52 Euro
  • Durata dei lavori: 594 giorni
  • Data di consegna: 23 Settembre 2010 (consegna parziale)
  • Data di ultimazione: 594 giorni dalla consegna definitiva