Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Posted in:

Re.T.I.M., la nuova soluzione di AISICO

Una tecnologia per monitorare lo stato deformativo delle attrezzature installate su reti stradali e ferroviarie

Barriera con sensore

Tutte le attrezzature installate lungo le infrastrutture di trasporto, sia stradali che ferroviari, nel corso della loro vita di esercizio subiscono l’azione dei carichi ciclici dovuti al passaggio dei veicoli pesanti, alle normali oscillazioni degli impalcati dei ponti, al vento e ad eventi climatici estremi.

Tali situazioni possono provocare la perdita di tenuta al piede e diminuire la performance delle prestazioni strutturali diventando un pericolo sia per il traffico che per gli utenti.

Il problema si presenta in particolare nel caso di barriere molto alte, installate su opere d’arte o ancorate tramite piastre e bulloni quali: le barriere antirumore, le barriere integrate rumore/sicurezza, le barriere frangivento, i pali di illuminazione e i portali.

Particolare del sensore
Particolare del sensore installato su barriera

Da sempre attiva nell’ambito della sicurezza delle infrastrutture stradali e ferroviarie, AISICO ha messo a punto e ha brevettato un sistema di monitoraggio continuo e alert automatico – tramite rete IoT – della misura dinamica dello stato deformativo delle installazioni sulle reti stradali e ferroviarie denominato Re.T.I.M. – Real Time Inclination Measurement (https://www.aisico.it/ricerca-sviluppo-innovazione/soluzioni-innovative/prodotti/retim/).

La metodologia consente di misurare le deformazioni degli elementi strutturali tramite un apparato inclinometrico, di ridotte dimensioni, e alimentato in modo autonomo, che viene fissato all’elemento da monitorare, senza dover smontare o modificare la struttura sulla quale viene apposto.

Un gateway – WiFi Sensor Hub – in tempo reale e a intervalli regolari provvede a trasmettere al sistema di controllo centrale i valori degli spostamenti che, correlati ai dati meteorologici e di traffico, vengono registrati, archiviati in ambiente cloud, processati tramite opportuni algoritmi e confrontati con quelli di sicurezza preventivamente determinati.

I livelli di deformazione e il range dei valori di sicurezza di ogni elemento strutturale vengono valutati in base alle caratteristiche meccaniche e geometriche della struttura, alla realizzazione di prove sperimentali, calcoli statici e simulazioni numeriche.

Schema Re.T.I.M. su ponte
2. Lo schema Re.T.I.M. su un ponte

I livelli di valutazione delle condizioni di sicurezza della struttura monitorata sono essenzialmente tre:

  • livello 1: zona ammissibile: NESSUN ALLARME – qualora la variazione percentuale dell’inclinazione, rispetto al valore di riferimento, ricada in un intervallo di tempo breve e con frequenza ripetitiva bassa, non vi è necessità di inviare alcun segnale di allarme;
  • livello 2: zona di attenzione: ALLARME DI ATTENZIONE – qualora la variazione percentuale dell’inclinazione rispetto al valore di riferimento sia superiore al livello 1 sia per valori misurati, sia per frequenza sia per periodi di tempo ripetuti, ma, comunque, rimanga inferiore al valore massimo consentito, si rendono necessari tempestivi interventi di controllo e l’avvio di una specifica manutenzione straordinaria sull’installazione;
  • livello 3: zona di pericolo: ALLARME DI PERICOLO – qualora la variazione percentuale dell’inclinazione rispetto al valore di riferimento superi la soglia massima consentita, a prescindere dall’intervallo di tempo considerato e dalla frequenza, si rende necessario un immediato intervento di manutenzione per prevenire ed eliminare potenziali situazioni di pericolo per gli utenti anche considerando limitazioni e/o chiusure al traffico sulla tratta interessata.
3 Particolare sensore con pannello installato
3. Particolare pannello solare del sensore installato

Una piattaforma web dedicata fornisce uno strumento di raccolta e interrogazione dei dati ricevuti da ogni singolo sensore inclinometro, permettendo – in maniera semplice e in tempo reale – il controllo da remoto, anche tramite smartphone, dei dati inviati dal sistema e degli eventuali segnali di allarme.

L’interfaccia permette di visualizzare ogni singola tratta omogenea monitorata per la quale è possibile individuare il numero e la posizione di ogni singolo sensore IOT, identificato da un numero progressivo e da coordinate GPS, in modo da velocizzare gli interventi urgenti per allarmi di attenzione o pericolo.

L’impegno costante di AISICO per la sicurezza ha consentito di realizzare Re.T.I.M., la soluzione tecnologica economica, ecosostenibile e di facile installazione per il monitoraggio costante delle infrastrutture e l’invio di alert automatici personalizzabili secondo le esigenze del Cliente, con particolare attenzione alla verifica e al controllo in tempo reale, degli effetti dei carichi dinamici ciclici delle installazioni lungo le reti stradali e ferroviarie.

I segnali di allarme
4. I segnali di allarme

In particolare, Re.T.I.M. consente di monitorare e tenere sotto controllo contemporaneamente i seguenti fenomeni:

  • l’allentamento della coppia di serraggio dei tirafondi di collegamento della barriera al cordolo;
  • la perdita di consistenza della resina e sfilamento del tirafondo dal cilindro di resina;
  • la perdita di consistenza della resina e sfilamento della stessa dal calcestruzzo del cordolo;
  • la presenza di microfessure o distacchi delle saldature delle piastre di base o dei rinforzi dei montanti;
  • la frattura rottura del cordolo di calcestruzzo in corrispondenza del montante.
Re.T.I.M., interfaccia web dedicata
5. Re.T.I.M., interfaccia web dedicata

AISICO realizza costantemente progetti di innovazione e di ricerca applicata da cui nascono soluzioni innovative di prodotti, come Re.T.I.M., che rispondono all’esigenza di migliorare la qualità della sicurezza delle infrastrutture di trasporto.

Il sistema Re.T.I.M. è la soluzione che permette il monitoraggio continuo e la manutenzione predittiva delle attrezzature installate sulle reti stradali e ferroviarie.

>  Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti alla Newsletter mensile al link http://eepurl.com/dpKhwL  <