Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Le potenzialità del BIM applicate alla progettazione delle infrastrutture viarie

Una prima applicazione della metodologia BIM nell’ambito di una esercitazione sulla progettazione di una infrastruttura viaria nel Corso di Laurea in Ingegneria Civile dell’Università degli Studi Roma Tre

sfondo uni rm

Questa “estrusione” non avviene più in modo statico come nel CAD tradizionale ma in modo dinamico, perché le sezioni tipo possono essere create in modo tale da capire quando e in che modo quest’ultime intersecano la superficie 3D del terreno e automaticamente comprendere come comportarsi in caso di scavi e di riporti, associando una diversa sezione ad ogni condizione incontrata.

Tramite il modellatore si è quindi creato un oggetto che non è semplicemente un solido 3D, ma un oggetto che eredita le caratteristiche delle sezioni tipo e che le quantifica su tutta l’estensione del tracciato. 

La definizione degli elementi progettuali

Definite quindi nel dettaglio tutte le caratteristiche degli elementi progettuali, si è creato un modello unico che contiene tutte le informazioni, dall’ante fino al post operam. Conclusa la creazione di tale modello, in qualsiasi momento si può passare all’estrapolazione dei dati e di tutte le informazioni necessarie.

È ovvio che creare un modello esplorabile in ogni suo dettaglio in modo realistico rappresenta da un lato un onere per il Progettista ma permette nelle diverse fasi di trasferire l’idea finale del progetto in modo molto più efficace degli elaborati 2D, tipici di un progetto tradizionale. Se poi si pensa alle altre numerose possibilità che una progettazione del genere permette, come ad esempio le già citate possibilità di presentazione di filmati, aggiornamenti automatici dei diversi aspetti progettuali, si può effettivamente comprendere l’efficacia di tale modalità di lavoro.

È infine importante sottolineare che la progettazione BIM, nelle infrastrutture stradali cosi come in altri ambiti, non è solo questo, ma offre tutta una serie di vantaggi che è possibile quantificare solo quando si sfruttano al massimo le relative potenzialità.