Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

La gestione dell’invecchiamento delle infrastrutture

La protezione catodico-galvanica delle opere d’arte

sfondo anas

Il monitoraggio

Per valutare l’efficacia della protezione catodica occorre impiegare un sistema di monitoraggio, che come definito dalla Norma UNI EN ISO 12696 deve essere costituito da sensori applicati in punti rappresentativi, disposti nelle zone anodiche da proteggere.

Un tipico esempio di sistema di monitoraggio di protezione catodica e quello realizzato sui cordoli dei ponti in calcestruzzo armato. L’installazione del sistema di misura prevede le seguenti fasi:

  • si isola l’armatura del cordolo per un tratto di alcuni metri;
  • si posiziona un anodo interno di zinco non a contatto con le armature;
  • si collega un filo elettrico all’anodo di zinco e uno a una barra di armatura vicina e si collegano i due in una scatola di derivazione esterna a chiudere il circuito.

A intervalli di tempo prefissati si effettuano le misurazioni disconnettendo il circuito e connettendo il filo dell’armatura a un elettrodo di riferimento al fine di verificare se la protezione dello zinco e ancora attiva o no.