Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Infrastrutture interrate a basso impatto ambientale

Le tecnologie trenchless o “No-Dig” comprendono una serie di sistemi e tecniche che permettono la posa, il risanamento e la sostituzione delle reti dei sottoservizi con un limitato ricorso agli scavi a cielo aperto: sono soluzioni ad alto contenuto tecnologico che richiedono un’alta professionalità

Ogni famiglia tecnologica raggruppa numerose soluzioni di intervento, caratterizzate tutte dal limitato impatto socio-ambientale. Infatti, rispetto alle tecniche di scavo tradizionale riducono notevolmente il danneggiamento delle strade, la movimentazione dei terreni, i disagi alla collettività (–80% costi socio-ambientali). La Normativa italiana prevede già il ricorso ai sistemi di posa con tecnologie trenchless, in particolare aumentano la sicurezza nei cantieri (–70% degli infortuni 42) e permettono un sensibile risparmio in termini energetici (–45% 3), oltre che dei tempi e dei costi di realizzazione attraverso:

  • Decreto 4 Aprile 2014, Norme Tecniche per gli attraversamenti e i parallelismi di condotte e canali convoglianti liquidi e gas con ferrovie e altre linee di trasporto;
  • art. 66, Comma 1 del DPR 495/1992, Regolamento di attuazione del Codice della Strada, D.Lgs. 285/1992, prevede che gli attraversamenti trasversali in sotterraneo siano realizzati – ove possibile – con sistemi a spinta degli impianti nel corpo stradale;
  • Direttiva della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 3 Marzo 1999, che si riferisce a queste tecnologie indicandole come “sistemi innovativi, non effrattivi” (art. 5), tra le finalità (art. 2) si pone quella di promuovere la scelta di interventi che non comportino la diminuzione della fluidità del traffico e che riducano al minimo – per quanto possibile – lo smantellamento delle sedi stradali, gli scavi, lo smaltimento dei materiali di risulta e i ripristini delle sedi stradali.

I sistemi di perforazione guidata: Trivellazione Orizzontale Controllata (TOC) (UNI/PDR 26.3:2017)

Nell’ambito della famiglia “Tecnologie di perforazione orizzontale guidata”, il presente documento intende fornire specificazione descrittiva dei sistemi di Horizontal Directional Drilling – in italiano liberamente tradotto come Trivellazione Orizzontale Controllata (TOC) – andando a definire le linee guida per la posa delle reti delle infrastrutture interrate dei sottoservizi (gas, fognature, acqua, energia, telecomunicazioni), impiegando tale tipologia di tecnologia trenchless.