Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Gli scavi del domani sono “circolari”, economici e minimamente invasivi

Il nuovo sistema di posa e di rifacimento senza scavi è già da lungo tempo una tecnica comprovata per quanto riguarda le condutture di trasporto e le tubazioni con uscite multiple. Grazie a un’opportuna attrezzatura standard, in tutti i settori - dalle acque di scarico ai collegamenti FTTB - la posa e il rifacimento senza scavi sono ora possibili

sfondo trackto

Le tubature di allacciamento domestico per le necessarie forniture sono mediamente lunghe fino a 15 m e hanno un diametro esterno compreso tra 32 e 160 mm per tubi protettivi e tubi di trasporto prodotti.

Vengono trasportati gas, acqua, acque di scarico, teleriscaldamento, corrente elettrica e dati in singoli edifici o in condomini oppure verso impianti commerciali e industriali. Lo smaltimento nel campo delle acque di scarico inizia solitamente con la Norma DN 150.

Per la posa di nuove tubature e per il rifacimento di tutti questi tipi di allacciamenti domestici, Tracto-Technik offre diversi procedimenti comprovati.

  • tubazioni
    1 trackto
    Il nuovo sistema di posa e di rifacimento senza scavi è già da lungo tempo una tecnica comprovata per quanto riguarda le condutture di trasporto e le tubazioni con uscite multiple
  • Scavo
    2 trackto
    Per la posa di nuove tubature e per il rifacimento di tutti questi tipi di allacciamenti domestici, Tracto-Technik offre diversi procedimenti comprovati
  • allacciamenti
    3 trackto
    La tecnica è assolutamente paragonabile alla tecnica delle operazioni chirurgiche minimamente invasive
  • norma DN 150
    4 trackto
    Con il termine keyhole, traducibile con “foro della serratura”, si intende una piccola apertura tonda di superficie che funge da accesso a condutture sotterranee già presenti, per realizzare da tal punto un nuovo allacciamento domestico o comunque un breve tratto di conduttura

La posa senza scavo

Una novità è data dalla posa senza scavo partendo da un piccolo foro tondo, il cosiddetto “keyhole”. Con la tecnica keyhole si provocano meno danni di superficie rispetto ad un procedimento tradizionale, riducendo così i costi conseguenti.

I lavori di sterro e di superficie possono essere eseguibili in modo più redditizio, sicuro e meno invasivo. Non è necessario un procedere in uno scavo completo.