Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Posted in:

Big Data per la gestione delle infrastrutture

Da sempre, nel mondo dell’ingegneria qualunque attività - dalla pianificazione alla progettazione fino alla gestione - è invariabilmente basata sulla raccolta e sull’interpretazione di dati e parametri complessi e tra loro interdipendenti, su cui sviluppare analisi e strategie di intervento conseguenti

Big Data per la gestione delle infrastrutture

Sistemi integrati di gestione dell’asset stradale

A titolo di esempio, nel campo della gestione infrastrutturale Spea ha di recente sviluppato sistemi integrati di gestione dell’asset stradale.

A partire dal 2017, nell’ambito della consulenza per lo sviluppo del sistema di gestione stradale al Ministero dei Trasporti etiope, oltre alla revisione della struttura incaricata di gestire le attività stradali, Spea si è occupata dell’integrazione e dello sviluppo di un sistema di valutazione dell’asset infrastrutturale basato su indicatori di performance e su standard di gestione delle informazioni opportunamente adattati alla realtà locale.

Nonostante il grande impegno nel collezionare i dati della rete e integrarli nei sistemi informatici, il collegamento tra le informazioni raccolte e i processi decisionali risultava ancora carente.

Obiettivo del servizio offerto da Spea è stato proprio la definizione di un sistema ottimizzato di gestione delle informazioni a disposizione che potesse condurre a scelte informate.

Nel corso degli ultimi mesi, le attività di consulenza di Spea hanno interessato anche la revisione del Road Asset Management System per la Croazia. Nello specifico, Spea è attualmente impegnata nella revisione dell’intero sistema di asset management, inclusi anche i sistemi di gestione della pavimentazione e delle strutture.

Diverso è il caso del Montenegro dove, a partire da Dicembre 2017, Spea è attiva non solo nella creazione di un sistema di gestione della manutenzione stradale ma soprattutto nella implementazione di una base dati operativa. Carattere distintivo di tale database, opportunamente progettato per supportare l’integrazione necessaria con il processo decisionale, è l’elevata razionalizzazione del dato.

Il rilievo delle informazioni della rete stradale è stato infatti eseguito attraverso mezzi ad alto rendimento, con minimo disturbo al traffico veicolare, in grado di acquisire informazioni sulla geometria stradale, sullo stato superficiale della pavimentazione, sulla struttura della pavimentazione, sulla regolarità superficiale, sulla presenza di ormaie, sulla macro-tessitura superficiale e sull’aderenza.

Le telecamere installate a bordo del veicolo hanno permesso inoltre di effettuare un catasto di opere strutturali, idrauliche e di arredo lungo l’intera rete stradale montenegrina, arrivando a coprire tutti i 1.783 km di strade nazionali e regionali.

Come dimostrano questi esempi applicativi, è proprio nel supporto decisionale alle attività di asset management che si afferma la forte cooperazione tra campo informatico, finanziario e ingegneristico, per gestire la grande mole di dati a disposizione così da ottenere informazioni affidabili, accurate e precise.

La gestione dei dati deve quindi partire da una profonda conoscenza dei principi fisici e ingegneristici di base affinché sia effettuata in modo corretto la selezione delle informazioni fondamentali che portano poi alla sintesi, al progetto e al risultato.