Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Sorveglianza e manutenzione delle opere d’arte autostradali

L’esperienza di Spea Engineering SpA nella manutenzione del patrimonio: conoscenza, ispezione e sorveglianza

sfondo spea

L’esperienza di Spea Engineering SpA per Autostrade per l’Italia SpA

L’esempio più importante nel nostro Paese di gestione di una infrastruttura è costituito dalla Società Autostrade per l’Italia SpA, che ha in concessione 2.855 km di autostrade sulle quali si contano ben 1.931 tra viadotti e ponti di luce superiore a 10 m, 1.922 cavalcavia, 573 gallerie e 6.800 opere idrauliche.

Il controllo delle opere d’arte della rete in esercizio viene attuato per conto di Autostrade per l’Italia SpA da parte di Spea Engineering SpA attraverso l’offerta di servizi integrati di ingegneria comprendenti, per tale ambito, la vigilanza e il controllo sistematico dello stato delle opere d’arte, inclusa l’esecuzione di prove strumentali e verifiche tecniche e la conservazione e aggiornamento degli schedari relativi a ciascuna opera d’arte, nonché la progettazione e la direzione lavori degli interventi di manutenzione.

La gestione delle opere d’arte viene effettuata attraverso l’utilizzo di una piattaforma BMS (Bridge Management System) che, prendendo a riferimento le banche dati aggiornate periodicamente, permette di organizzare l’attività di ispezione, indagine e manutenzione secondo definiti criteri di priorità.

Oltre all’ispezione delle opere su elencate, l’attività è estesa anche al controllo dei pannelli a messaggio variabile, portali segnaletici, barriere antirumore, pensiline fotovoltaiche, pensiline di stazione, elementi di fissaggio in galleria, muri di sostegno, fino a coprire tutto il patrimonio installato sull’autostrada.