Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Le scelte progettuali della circonvallazione di Chienes

La S.S. 49 “della Val Pusteria”, parte integrante dell’itinerario europeo E66, è stata oggetto di sistematici miglioramenti di assetto da parte della Provincia Autonoma di Bolzano al fine di dare all’arteria stradale un livello prestazionale generale adeguato a una delle principali via di comunicazione del territorio

sfondo bz
Il sottoattraversamento del tratto urbano

La galleria della variante di Chienes sottopassa nel suo tratto centrale parte del nucleo urbano di Chienes, ad una distanza minima con le fondazioni degli edifici sovrastanti di circa 15 m e a una distanza prevalente di circa 20 m (distanze riferite al valore Lc).

Al fine di sviluppare un’analisi di rischio dei potenziali danni indotti dagli effetti dello scavo della galleria sulle interferenze presenti a piano campagna, il progetto è stato sviluppato per fasi successive di crescente approfondimento, così articolate:

  • fase 1: analisi preliminare;
  • fase 2: analisi del danno potenziale in condizioni green-field;
  • fase 3: analisi del danno potenziale considerando l’interazione terreno-struttura.
La fase 1

L’analisi preliminare ha permesso di definire in superficie, a partire dall’asse di scavo della galleria, la cosiddetta “Zona di Influenza Geotecnica”. La ZIG delimita l’area di potenziale interazione tra lo scavo della galleria e la propagazione dei cedimenti in superficie, identificando gli edifici su cui eseguire le analisi di interazione per la valutazione dei danni potenziali.

La fase 2

Ha consentito di individuare la categoria di danno potenziale (o categoria di rischio) per i vari edifici; si è correlata la categoria di danno potenziale (o di rischio) con la deformazione unitaria massima di allungamento εmax, sempre in riferimento a un profilo di spostamento valutato in campo libero (“Green-Field” – G.F., ossia senza tener conto della rigidezza dei fabbricati presenti).

Le categorie di rischio definite sono:

  • 0: livello di danno trascurabile;
  • 1: livello di danno molto lieve;
  • 2: livello di danno lieve;
  • 3: livello di danno moderato;
  • 4-5: livello di danno da severo a molto severo.