Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

La circonvallazione di Sant’Andrea

La costruzione di un ponte in acciaio di una struttura a mensola e di un tratto a sbalzo a setti sulla S.P. 29 “della Plose”, nel comune di Bressanone

sfondo doka goller

Il tracciato è stato eseguito in base all’attuale piano regolatore ed è stato spostato il più possibili in direzione della montagna, per ridurre il volume dei manufatti in relazione agli scavi di sbancamento; in questo modo è stato possibile ridurre i muri di sostegno nella sezione mediana, dove il tracciato si restringe in maniera più favorevole rispetto al pendio, con risparmio sui costi di costruzione.

Con questo leggero spostamento è stato possibile mantenere più corta l’intera luce del ponte e ridurre notevolmente il tratto a sbalzo nella sezione del pendio. Il profilo longitudinale prevede una pendenza massima del 12%. Nelle zone di connessione alle strade esistenti, quindi all’inizio del lotto alla S.P. 29 e alla fine del lotto, alla S.P. 63, sarà ridotta la pendenza longitudinale e adattata all’esistente.

La pendenza trasversale in curva è limitata al 3,50% in base alle direttive provinciali, in modo che non venga innalzata troppo l’inclinazione che ne risulta in considerazione della pendenza longitudinale.

La struttura del ponte sopra il torrente Trametsch è basata sul progetto di una struttura in acciaio, integrata nel paesaggio e nel contesto, con una luce di 29 m. La sezione trasversale del ponte è costituita da una soletta in calcestruzzo armato a lastra con uno spessore massimo di 30 cm. Entrambe le spalle del ponte si trovano su una roccia particolarmente frastagliata, sebbene siano previsti micropali, che trasmettono le forze allo strato compatto e portante della roccia.

La struttura in acciaio poggia sulla spalla in direzione Sud, su quattro appoggi teflon, mentre la spalla Nord è dotata di tre appoggi in neoprene. La spalla e il conseguente appoggio per le travi in acciaio dell’impalcato è caratterizzata nel progetto da un’altezza dei muri di circa 9 m e da una particolare geometria curvilinea inclinata verso valle di circa 30°.

Il concetto progettuale dell’intera struttura segue fondamentalmente tre linee guida:

  • minimizzare l’impatto sul paesaggio dovuto alle parti della costruzione visibili;
  • rendere la costruzione in sintonia con il contesto;
  • collegare gli elementi costruttivi attraverso una soluzione di interconnessione tra ponte, muri di sostegno e strutture portanti.

Dal punto di vista architettonico, nel progetto ci sono sostanzialmente due elementi principali:

  • ponte-mensola-ponte a setti costituito da travi in acciaio, strada nello sbancamento con parziale sbalzo e ponte a setti;
  • elementi di sostegno costituiti da muri in elevazione, strutture portanti e sostegno.