Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

La circonvallazione di Castelbello e Colsano sulla S.S. 38 “dello Stelvio”

La costruzione di una galleria di 2.500 m per decongestionare il traffico dal centro abitato ed aumentare la qualità di vita dei cittadini e la sicurezza stradale

sfondo provincia bz

Gli aspetti generali

La S.S. 38 “dello Stelvio” (Bormio-Merano) che attraversa la Val Venosta è parte integrante di una rete viaria interregionale di collegamento con Austria, Svizzera e Lombardia (passo dello Stelvio).

Sebbene questa via di comunicazione eserciti una funzione estremamente importante sull’economia locale e sul turismo, l’eccessivo volume di traffico costituisce un vero e proprio problema per gli abitanti delle zone limitrofe continuamente esposti a smog, inquinamento acustico e al rischio incidenti.

  • Galleria
    1 provincia bz
    La planimetria di progetto: in rosso il nuovo tracciato, in tratteggio il tratto in galleria
  • Castelbello
    2 provincia bz
    Un rendering del portale Ovest
  • Portale
    3 provincia bz
    Un rendering del portale Est con vallo paramassi
  • Provincia Autonoma di Bolzano
    4 provincia bz
    Un rendering dell’inserimento paesaggistico
  • Micascisti
    5 provincia bz
    Una veduta aerea del portale Ovest allo stato attuale
  • S.S. 38
    6 provincia bz
    Un rendering dello stato di progetto del portale Ovest
  • Sicurezza
    7 provincia bz
    Una veduta aerea del portale Est allo stato attuale
  • Intersezione
    8 provincia bz
    Un rendering dello stato di progetto del portale Est
  • Palnimetria
    9 provincia bz
    La planimetria di progetto dell’intersezione Ovest
  • Val Venosta
    10 provincia bz
    La planimetria di progetto dell’intersezione Est
  • Circonvallazione
    11 provincia bz
    La sezione tipo della galleria
  • Passo dello Stelvio
    12 provincia bz
    Il contesto in cui sarà inserita l’opera: al centro, il castello di Castelbello

Tra la pk 176+900 e la pk 178+00, la S.S. 38 attraversa l’abitato di Castelbello: è qui che si incontra uno dei punti più critici, cioè l’eccessiva vicinanza degli edifici al ciglio della strada e, di conseguenza, la difficoltà di circolazione per i mezzi pesanti dimostrano inadeguato livello di sicurezza per una Statale ad oggi giunta al limite della sua capacità.

La cronistoria del progetto

L’idea di una circonvallazione per il paese di Castelbello nasce già nel 1970, anno in cui cominciarono ad essere esaminati e valutati diversi tratti della S.S. 38 (Val Venosta).

Il risultato di una discussione protrattasi nel corso degli anni fino ai giorni nostri in grado di far convergere le esigenze della popolazione locale e delle attività economiche coinvolte è stato infine l’adozione di una soluzione “lunga” in galleria, sulla sinistra orografica dell’Adige, successivamente inserita nel Piano Urbanistico Comunale (si veda http://www.pfeiferplanung.it/it/pfeifer-planung.html).