Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

La A28 oltre Saas

La Redazione ha visitato la nuova variante sulla Prättigauerstrasse, inaugurata il 21 Ottobre 2011

La Strada Nazionale A28 “Prättigauerstrasse” si snoda interamente nel Cantone svizzero dei Grigioni e consente una connessione rapida tra l’Autostrada A13, nei pressi di Landquart e le località turistiche di Klosters e Davos. Sul n° 55 della Rivista, in occasione dell’apertura al traffico della variante di Klosters, si accennava al futuro completamento della variante di Saas, previsto per il 2011: scadenza che è stata rispettata con puntualità tipicamente svizzera…

Immagini

  • La A28 si interconnette con la A13 nei pressi di Landquart
    article_294-img_5632
    La A28 si interconnette con la A13 nei pressi di Landquart
  • Le principali opere dell’intervento
    article_294-img_5633
    Le principali opere dell’intervento
  • Una fase della realizzazione del rivestimento definitivo
    article_294-img_5634
    Una fase della realizzazione del rivestimento definitivo
  • L’inquadramento corografico dell’intervento: in blu, la nuova variante
    article_294-img_5635
    L’inquadramento corografico dell’intervento: in blu, la nuova variante
  • La sezione trasversale tipo del Saasertunnel
    article_294-img_5636
    La sezione trasversale tipo del Saasertunnel

Il tratto recentemente inaugurato by-passa la località di Saas im Prattigau tramite un nuovo tracciato che si sviluppa per 3.719 m, prevalentemente in galleria.

Provenendo da Landquart, la nuova variante inizia a circa 400 m dal portale del tunnel con lo svincolo parziale di Saas Ovest, che permette l’egresso e l’ingresso da e per Saas. Il tracciato prosegue quindi nel Saasertunnel (2.582 m) al termine del quale ci si immette sul ponte Hexentobel (339 m). Il successivo ponte Marchtobel (86 m) conduce allo svincolo a rotatoria di Pagrüeg.

Il Saasertunnel

Progettata da Pöyry e Amberg Engineering, con la Edy Toscano come project manager, l’opera è stata realizzata dalla JV ATUS, che si era aggiudicata il contratto da ca. 107,6 milioni di Euro.

Il via ai lavori di costruzione del Saasertunnel e della parallela galleria di sicurezza (2.330 m) è stato dato il 18/10/2005. Nel tunnel principale, realizzato in roccia partendo da Ovest, si è utilizzato il metodo Drill & Blast con scavo a sezione parziale (calotta e quindi strozzo). L’avanzamento è stato eseguito tramite un carro di perforazione a tre bracci, con esplosivi liquidi.

Il fronte orientale dello scavo ha invece richiesto l’impiego di un sistema di volte a ombrello a causa delle difficili condizioni geologiche. Il rinforzo della calotta è stato garantito da archi di 30 tubi, ognuno con lunghezza di 14 m (3 m di sovrapposizione), diametro di 114,3 mm e spessore di 6,3 mm. Dopo l’iniezione di cemento nei tubi, si è proceduto all’avanzamento metro per metro in tre tappe (calotta, strozzo e arco rovescio). La caduta di diaframma è avvenuta il 25/6/2008. Il sostegno è stato garantito da un primo strato di circa 7-10 cm di spritz-beton fibrorinforzato con fibre d’acciaio, da ancoraggi in acciaio con fissaggio sistematico tramite cartucce chimiche, da reti elettrosaldate e da un secondo strato di spritz-beton spesso 15 cm.

Le caratteristiche tecniche e la sicurezza

Il Saasertunnel è una galleria bidirezionale lunga 2.582 m, e ha una pendenza del 2,6% verso Waldhof (portale Est). Il raggio minimo è di 500 m, mentre la pendenza trasversale è del 6,5% in curva e del 3% in rettifilo. La sezione trasversale varia tra gli 83 e i 90 m2, a seconda dei sostegni primari, per una carreggiata di 7 m di larghezza con un franco libero di 4,5 m.

Il sistema di ventilazione, in situazioni di emergenza, fornisce aria fresca e rimuove quella viziata lungo due condotti paralleli realizzati in un controsoffitto in calcestruzzo, con botole ogni 100 m. Inoltre nove jet-fan, situati a gruppi di tre presso il portale di Waldhof, possono supportare la ventilazione naturale in particolari condizioni di traffico o di elevata differenza di pressione ai portali. La centrale elettrica e di ventilazione è situata in prossimità del portale Ovest, e al suo interno è stato integrato il portale occidentale del tunnel di sicurezza, che è raccordato al tunnel principale da otto by-pass trasversali.

Conclusioni

Dopo 27 anni di progettazione e nove di esecuzione, lo scorso 21 Ottobre la Consigliera Federale Doris Leuthard ha inaugurato la nuova variante di Saas, che consente di by-passare l’omonima località della Prettigovia.

I lavori per trasformare la storica strada nazionale in una moderna strada a scorrimento veloce non sono tuttavia conclusi. Mentre verso Klosters si sta procedendo all’ammodernamento della sede stradale tra Pagrüeg e Mezzaselva, a Ovest di Saas dal 2008 sono in corso i lavori per la realizzazione della variante di Küblis (3.060 m), caratterizzata dal Küblisertunnel (2.255 m), per il quale il 27/9/ 2010 è stata effettuata la prima volata.

Tramite le tre consecutive varianti di Küblis, Saas e Klosters (13.326 m complessivi, il 70% in galleria), nel 2016 sarà possibile percorrere in accresciuta sicurezza e senza soluzione di continuità la A28 nell’Alta Prettigovia.