Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Guida pratica alla Valutazione di Impatto Ambientale

Per ottenere un esito positivo nella procedura di Valutazione di Impatto Ambientale, ci sono molte variabili da considerare. Il Consulente che affianca i Committenti in questa fase ricopre un ruolo determinante per il successo di un progetto

12-Guida

Il Consulente che affianca i Committenti nella procedura di Valutazione di Impatto Ambientale ha il compito di sostenere e consigliare il proponente in tutte le fasi del progetto fino al conseguimento del parere di compatibilità, ma anche in corso d’esercizio dell’opera. Ecco tutti i dettagli riguardo alla procedura e come eseguirla in modo efficiente.

Che cos’è la Valutazione di Impatto Ambientale

La procedura di Valutazione Impatto Ambientale (VIA) comprende una serie di fasi che hanno l’obiettivo finale di individuare, descrivere e valutare a scopo preventivo l’impatto di un’opera sull’ambiente e di identificare le misure atte a prevenire, eliminare o rendere minimi gli impatti negativi su di esso.

In particolare, comprende:

  • la fase di verifica di assoggettabilità alla VIA;
  • la preparazione dello Studio di Impatto Ambientale (SIA) da parte del Committente;
  • lo svolgimento delle consultazioni con il pubblico e i portatori di interesse;
  • l’esame da parte dell’Autorità competente di tutte le informazioni presentate;
  • il parere di compatibilità ambientale.

Come si può facilmente dedurre, è un processo piuttosto complesso: per questo affidarsi a un partner esperto è fondamentale (https://www.nexteco.it/lab/la-procedura-completa-per-ottenere-la-valutazione-impatto-ambientale). Cerchiamo di chiarire le varie fasi nei prossimi paragrafi.