Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Posted in:

Segnali positivi per la Valdastico Sud

Lo scorso 22 Settembre è entrato in esercizio il tratto della A31 compreso tra Vicenza Est e il casello di Montegaldella-Longare

Segnali positivi per la Valdastico Sud

Per l’esecuzione della segnaletica orizzontale di nuovo impianto del tratto Valdastico Sud dell’Autostrada A31 si è scelto di impiegare prodotti permanenti e semipermanenti di lunga durata ad elevate caratteristiche di visibilità diurna, notturna e in condizioni climatiche avverse. La scelta è caduta su diverse tipologie di applicazione all’interno di una stessa famiglia di prodotti per segnaletica orizzontale: i colati plastici a freddo.

Immagini

  • Un particolare della striscia di margine destro sonora
    article_375-img_4992
    Un particolare della striscia di margine destro sonora
  • Le scritte dell’interconnessione con A4 la Milano-Venezia
    article_375-img_4993
    Le scritte dell’interconnessione con A4 la Milano-Venezia
  • Una veduta d’insieme della segnaletica orizzontale e verticale
    article_375-img_4994
    Una veduta d’insieme della segnaletica orizzontale e verticale
  • article_375-img_4995

Alla presenza del Presidente dell’Autostrada Brescia-Verona-Vicenza-Padova SpA, Attilio Schneck e di numerose altre importanti personalità, lo scorso 22 Settembre è stato inaugurato il primo tratto funzionale della Valdastico Sud.

Il tratto della A31 aperto al traffico ha un’estesa di 7 km e si caratterizza per la particolare attenzione riservata agli aspetti progettuali sia delle opere d’arte principali (come ad esempio il ponte strallato sul fiume Bacchiglione, si veda “S&A” n° 95), sia delle opere minori e dei dettagli: la scelta della tipologia di segnaletica orizzontale ne è un lampante esempio.

Una segnaletica all’insegna della sicurezza

Le disposizioni del Codice della Strada e delle Normative in materia e le esigenze di funzionalità e di efficienza delle infrastrutture locali, intercomunali ed interregionali rendono la segnaletica orizzontale uno dei componenti irrinunciabili ai quali le Società preposte alla gestione e manutenzione devono provvedere affinché la stessa sia sempre efficiente e funzionale.

Per efficienza e funzionalità si intende che la segnaletica eseguita deve essere visibile sia di giorno sia di notte, anche in condizioni atmosferiche avverse.

Il manutentore deve effettuare una scelta oculata che consenta il mantenimento per tutta la durata della vita utile delle proprietà e delle caratteristiche di efficienza dei materiali. E’ quindi facile intuire perché la scelta sia caduta sui colati plastici a freddo, sulla base di considerazioni che possono essere così riassunte: 

  • necessità di un incremento delle esigenze di sicurezza relativamente alla segnaletica orizzontale, essenzialmente dovuto all’aumento dei volumi di traffico;
  • recepimento delle nuove normative Europee sulla durata e sulla visibilità della segnaletica orizzontale;
  • evoluzione delle tecnologie applicative dei prodotti, che consentono applicazioni specializzate in grado di garantire visibilità anche nelle peggiori condizioni atmosferiche;
  • ricerca di soluzioni miranti a minimizzare gli interventi di manutenzione della segnaletica, dovuti agli scadimenti di efficienza periodici caratteristici delle tradizionali pitture, anche al fine di evitare continui cantieri che possano pregiudicare la sicurezza degli utenti e degli operatori;
  • impiego di materiali ecologicamente compatibili in grado di ridurre le emissioni di materiali nocivi per l’atmosfera e per gli operatori stessi.
La scelta delle tipologie applicative

Sulla base delle esperienze pregresse e delle necessità presentate dalla tipologia di strada (autostrada con due corsie per senso di marcia), si è inoltre scelto di variare la tipologia di applicazione in base al posizionamento delle strisce sulla carreggiata:

  • linea di margine destra: colato plastico bicomponente a freddo, applicato nella tipologia sonora con base fissa ed elementi in rilievo a distanze prefissate, con il duplice compito di “allertare” l’utente in caso di sormonto e di aumentare la percezione visiva della segnaletica orizzontale;
  • linea tratteggiata di mezzeria: colato plastico bicomponente a freddo, applicato nelle tipologia agglomerata a goccia, molto utile in condizione di strada bagnata e particolarmente indicata per superfici in asfalto drenante;
  • strisce di margine svincoli e linea di margine sinistra (sottocordolo): spruzzato plastico a freddo, applicato nella tipologia Airless a minor spessore ma con caratteristiche di visibilità similari alle altre applicazioni;
  • scritte, frecce, simboli vari: colato plastico bicomponente a freddo, applicato nelle tipologia manuale con rullo per la realizzazione di disegni vari. Applicazione a spessore elevato per situazioni di traffico intenso.