Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Il D.Lgs. 35/2011 e lo standard ISO 39001

Strade e autostrade, ponti e viadotti: li percorriamo ogni giorno, facendo attenzione ai rischi alla guida. Talvolta, però, può capitare che siano le stesse infrastrutture a costituire dei seri fattori di rischio

sfondo niering

Il D.Lgs. 35/2011

La ripartizione delle competenze

Uno dei principali “attori” individuati dal D.Lgs. 35/11 è il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT). Tra i suoi compiti, oltre al completamento dell’emanazione dei Decreti attuativi, rientrano la gestione dell’elenco degli Esperti della sicurezza stradale, il coordinamento del tavolo permanente di confronto
con gli altri Organismi interessati e la periodica determinazione del costo sociale dell’incidentalità stradale (che, per inciso, vale circa 20-25 miliardi di Euro/anno).

Le Regioni e le Province Autonome devono invece provvedere a disciplinare altri importanti aspetti per le strade ricadenti sul loro territorio ma non comprese nella TEN e nella rete di interesse nazionale.

In particolare, dovranno definire gli ambiti di applicazione (intesi come le reti e le tipologie di strade su cui applicare le disposizioni del D.Lgs. 35/11 e dei relativi Decreti attuativi), le modalità e i tempi di attuazione delle disposizioni da loro dettate e i criteri e le modalità di individuazione dei relativi “Organi Competenti”.

Con l’espressione Organo Competente (abbreviato nel seguito in “OC”), si individua una funzione che può essere ricoperta da differenti Enti o Istituzioni, in base all’ambito di riferimento della rete.

Con riferimento alla rete stradale di competenza, l’OC si occupa della classificazione della stessa in termini di sicurezza, delle ispezioni sulle strade, dei controlli sui progetti e della pianificazione e programmazione degli interventi correttivi. Per la rete TEN, l’OC è il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Agli Enti proprietari e Gestori sono infine attribuite ulteriori responsabilità, sia nelle fasi di pianificazione e di progettazione di nuove infrastrutture che in quelle relative agli interventi di adeguamento e di gestione della rete esistente di competenza.