Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Il D.Lgs. 35/2011 e lo standard ISO 39001

Strade e autostrade, ponti e viadotti: li percorriamo ogni giorno, facendo attenzione ai rischi alla guida. Talvolta, però, può capitare che siano le stesse infrastrutture a costituire dei seri fattori di rischio

sfondo niering

Nel campo della sicurezza delle infrastrutture stradali è utile conoscere, da parte degli addetti ai lavori, due importanti strumenti normativi e metodologici: il D.Lgs. 35/2011 e lo standard ISO 39001.

Il D.Lgs. 35/2011, che ha recepito la Direttiva europea 2008/9, ha introdotto in capo a vari soggetti obblighi e procedure fondamentali per avere il monitoraggio costante delle condizioni della strada.

Ad oggi, il Decreto si applica alle strade ricadenti nella rete TEN (rete stradale transeuropea), ma in futuro il campo di applicazione sarà esteso anche alla rete stradale di interesse nazionale.

  • guida
    1 niering
    I morti in Italia per incidenti stradali (dati ACI-ISTAT)
  • ISTAT
    2 niering
    Lo schema di applicazione del D.Lgs. 35/11
  • D.Lgs. 35/11
    3 niering
    Il ciclo di Deming
  • Deming
    4 niering
    Il “sistema guida”

Lo standard internazionale ISO 39001 è invece relativo ai sistemi di gestione volontari per la sicurezza del traffico stradale, e ha l’obiettivo di intervenire sulla gestione della sicurezza stradale al fine di ridurre gli incidenti in numero e gravità. A questo proposito, ricordiamo che in Italia si contano ogni anno 3.300-3.400 persone morte sulle strade.

Entrambe le “Normative” sviluppano un processo di tipo preventivo, non individuando degli specifici requisiti tecnico-funzionali. È utile riepilogare i principali aspetti di questi due strumenti normativo/metodologici.