Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

I sistemi di ritenuta stradale

Le caratteristiche e le Normative di riferimento

Barriere
Gli attenuatori d’urto

Gli attenuatori d’urto proteggono i veicoli da urti contro ostacoli puntuali quali: pile di ponti, pali, alberi, cuspidi…. Sono sistemi autoportanti e scaricano tutte le forze necessarie a contenere e ad arrestare il veicolo sulla pavimentazione stradale. Il loro funzionamento, infatti, deve essere garantito senza necessità di scaricare forze sulle barriere, che in generale, non sono in grado di sopportare carichi così elevati.

Devono ridirigere i veicoli durante urti laterali in maniera analoga alle barriere e li devono invece arrestare, assorbendo tutta l’energia cinetica, durante urti frontali. Dovendo assorbire tutta l’energia cinetica, posseduta dal veicolo, possono proteggere solamente le autovetture. L’energia necessaria per fermare un veicolo pesante sarebbe infatti troppo elevata per essere trasferita all’infrastruttura.

I terminali

I terminali sono sistemi di protezione installati all’inizio o alla fine di una barriera di sicurezza. Hanno requisiti simili agli attenuatori ma non possiedono, in generale, le strutture portanti posteriori scaricando sulle barriere le forze sviluppate durante l’urto.

Le chiusure varchi

Le chiusure varchi sono barriere di sicurezza speciali in grado di essere aperte in tempi brevi per motivi di manutenzione o emergenza. Hanno gli stessi requisiti delle barriere di sicurezza ma sono molto più complicate per garantire un’apertura veloce.

Le protezioni per motociclisti

Le protezioni per motociclisti sono sistemi installati per ridurre il rischi di lesione per un motociclista che, dopo essere caduto, impatti contro la barriera di sicurezza strisciando sull’asfalto. Devono proteggere il corpo del motociclista dalle conseguenze di un possibile impatto contro strutture rigide e, a volte, taglienti.

Condividi, , Google Plus, LinkedIn,