Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Posted in:

Come rendere più sicure strade e autostrade in modo efficiente

La segnaletica orizzontale rimane una soluzione comprovata ed efficace per dare orientamento, direzione e sicurezza ai motoristi

Come rendere più sicure strade e autostrade in modo efficiente

Le innovative microsfere di vetro della multinazionale austriaca Swarco aumentano la sicurezza stradale. Swarco, numero due mondiale nella produzione di microsfere di vetro dispone di più di quarant’anni di esperienza in questo settore.

Immagini

  • Un’applicazione professionale per demarcazioni di qualità
    article_361-img_5110
    Un’applicazione professionale per demarcazioni di qualità
  • La fase di spruzzatura
    article_361-img_5111
    La fase di spruzzatura
  • Le microsfere postspruzzate
    article_361-img_5112
    Le microsfere postspruzzate
  • Il margine destro ha un’ottima visibilità notturna
    article_361-img_5113
    Il margine destro ha un’ottima visibilità notturna
  • La rifrangenza risulta essere cinque volte superiore al limite
    article_361-img_5114
    La rifrangenza risulta essere cinque volte superiore al limite

L’aumento della retroriflettenza, il miglioramento dei sistemi delle microsfere e l’incremento della durevolezza delle perline sono i principali obiettivi di Swarco, già forte del know-how della produzione di microsfere e di materiali di demarcazione, nonché dell’applicazione pratica delle strisce.

“Le nostre microsfere si distinguono per una stabilità superiore e dei valori di retroriflessione eccezionali, poiché vengono prodotte a partire da materie prime molto pure”- spiega Hans Jesacher, responsabile Swarco per il mercato italiano. La Società Sias SpA, Azienda leader nel settore della segnaletica e sicurezza stradale, utilizza Solidplus nell’applicazione di materiali plastici termospruzzati, termocolati, vernici alchidiche, bicomponenti e all’acqua in contesti viabilistici tra i maggiormente trafficati d’Europa come ad esempio:

  • sulla A4 Milano-Brescia-Padova;
  • sulla A8 Milano-Varese (Autostrada dei Laghi);
  • sulla A9 Lainate-Como-Chiasso (Autostrada dei Laghi);
  • sulla A22 Modena-Brennero.

“Siamo molto contenti del livello prestazionale della segnaletica orizzontale rilevate direttamente dai nostri Committenti” – affermano i Tecnici della Sias SpA, riferendosi all’analisi globale fatta da Autostrade per l’Italia SpA su 420 km di autostrade.

L’utilizzo delle Solidplus è ormai collaudato, da parte di Sias SpA, anche per le demarcazioni strutturate, con profili variabili, eseguite in materiale termocolato plastico. Le Solidplus si sono dimostrate particolarmente performanti anche in applicazioni di tipo “multi-dot” costituite da rilievi di diametro di circa 2 cm in materiale plastico termocolato. Le Solidplus, inoltre, stanno evidenziando un’ottima capacità di adesione anche su prodotti meno fluidi, quindi tecnicamente più ostili al ricevere e trattenere in modo efficace una post-spruzzatura superficiale.

La qualità eccezionale delle perline è stata provata sia nei test presso l’Istituto nazionale tedesco delle strade BASt che nelle applicazioni di test negli Stati Uniti.

Impiegando vernici a base solvente oppure materiali plastici termocolati, sono stati rilevati valori RL tre/quattro volte superiori ai valori convenzionali.

La prestazione delle Solidplus a lungo termine contro l’impatto del traffico è molto soddisfacente, come indicano le prove fatte in Svizzera su attraversamenti pedonali selezionati nel cantone di Berna.

Eseguite in plastico bicomponente strutturato di colore giallo, le strisce sono state osservate durante un periodo di 24 mesi, inclusi due inverni con relativo servizio di manutenzione stradale tramite spazzaneve.

Con le Solidplus i valori di retroriflessione iniziali superano del 320% il valore minimo richiesto dalla Norma mentre a due anni dalla stesa delle demarcazioni si osserva che il valore minimo della norma viene sempre superato, anche del 415%.

La solidità delle microsfere si verifica anche nella “prova di strofinatura” eseguita nel laboratorio della Swarco ad Amstetten. Le immagini illustrano il paragone di perline standard e di perline ad alto indice con le microsfere Solidplus. Già dopo 75 minuti di prova si vedono le tracce di usura con le microsfere standard e quelle ad alto indice.