Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Sviluppo e crescita dei porti italiani nell’area Med

Un’analisi con l’obiettivo di mettere in risalto dati e statistiche sulla competitività del sistema portuale italiano nel mediterraneo, mare in cui circola il 19% circa del traffico mondiale e per il quale sono in corso piani di potenziamento di molte infrastrutture portuali e logistiche

sfondo pascuzzi

L’Italia sta attraversando un momento importante per la sua economia portuale, con una riforma in corso che apporterà importanti novità sulla governance, sugli assetti organizzativi portuali, con numerosi poli infrastrutturali che spingono per realizzare importanti investimenti.

Rimane sempre aperta la competizione portuale e marittima nel Mediterraneo: il fenomeno delle megaship pare non fermarsi almeno per ora e l’apertura dei nuovi canali di Suez e di Panama pone una nuova sfida che i nostri porti devono affrontare facendosi trovare pronti e cogliendo appieno i nuovi flussi commerciali che ne deriveranno; a questo va ad aggiungersi il consolidato ruolo dei porti del Northern Range, da sempre protagonisti sullo scenario mondiale del traffico. 

  • Hub
    1 pascuzzi
    L’Italia sta attraversando un momento importante per la sua economia portuale, con una riforma in corso che apporterà importanti novità sulla governance, sugli assetti organizzativi portuali, con numerosi poli infrastrutturali che spingono per realizzare importanti investimenti
  • Portualità
    2 pascuzzi
    Il volume totale di merce movimentata nei sei Paesi principali dell’UE
  • Intermodalità
    3 pascuzzi
    I movimenti dei container nei principali porti del Northern Range
  • Megaship
    4 pascuzzi
    La crescita della capacità nel settore container 2008-2015
  • Shipping
    5 pascuzzi
    Gru di carico e scarico presso il porto di Rotterdam
  • governance
    6 pascuzzi
    La dinamica del Liner Shipping Connectivity Index (LSCI): il confronto fra l’Italia e i principali Competitor europei nel periodo 2004-2016
  • Rotterdam
    7 pascuzzi
    I 20 Paesi top in termini di Logistics Performance Index (LPI) nel periodo 2004-2016
  • traffico
    8 pascuzzi
    L’andamento del traffico intermodale di due fra i maggiori interporti italiani (Verona e Padova)

I porti marittimi dell’UE

I porti rivestono una grande importanza economica nell’Unione Europea: essi (oltre 200 porti marittimi commerciali) rappresentano il fulcro della rete commerciale mondiale, dal momento che vi transitano circa i tre quarti delle merci scambiate dall’UE con i Paesi terzi e oltre un terzo delle merci trasportate al suo interno.

Il settore portuale è estremamente eterogeneo: i porti presentano notevoli differenze fra loro in termini di dimensioni, tipologia, organizzazione e collegamenti con il rispettivo entroterra. L’efficienza e la produttività variano molto da un porto all’altro e, recentemente, queste diversità infrastrutturali e organizzative si sono decisamente ampliate.