Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Il progetto della piastra logistica di Taranto

L'inserimento del porto di Taranto nei traffici internazionali e intercontinentali containerizzati ha reso necessario l'adeguamento delle infrastrutture dello scalo jonico per implementare l'attività logistica integrata

Gli ambiti di potenziamento prodotti dal progetto sono quello portuale, quello stradale e quello ferroviario, poiché all’interno della Piattaforma è previsto un terminal ferroviario collegato alla rete nazionale.

Immagini

  • Una panoramica del porto di Taranto
    article_323-img_5369
    Una panoramica del porto di Taranto
  • Il sistema trasportistico pugliese
    article_323-img_5370
    Il sistema trasportistico pugliese
  • L’ubicazione delle opere che verranno realizzate al porto di Taranto
    article_323-img_5371
    L’ubicazione delle opere che verranno realizzate al porto di Taranto
  • I rendering della piattaforma logistica e dei relativi edifici
    article_323-img_5372
    I rendering della piattaforma logistica e dei relativi edifici
  • I rendering della piattaforma logistica e dei relativi edifici
    article_323-img_5373
    I rendering della piattaforma logistica e dei relativi edifici

Il  progetto definitivo approvato dal CIPE prevede:

Le opere a mare

Le opere a mare previste, ampliamento del IV sporgente e darsena ad Ovest del IV sporgente, si trovano all’interno del Mar Grande ed esposte a Sud.

Le opere a mare riguardano quindi l’ampliamento dell’esistente IV sporgente, ampliamento resosi necessario per realizzare una nuova banchina di lunghezza complessiva di 600 m, ampliando la larghezza dell’attuale che passa da 80 a 200 m circa e la sistemazione della darsena ad Ovest del IV sporgente.

Il progetto prevede il dragaggio di tutta l’area antistante il IV sporgente, in modo da arrivare alla profondità finale di progetto di 12,0 m, oltre al dragaggio di tutta l’area antistante l’approdo alla darsena alla profondità finale di progetto di 7 m.

La vasca di colmata

La vasca ha una superficie di circa 270.000 m2 e una capacità volumetrica complessiva pari a circa di circa 1.415.000 m3 con quota massima di riempimento +3,50 m l.m.m.. Per la sua realizzazione è prevista la costruzione di una diga a scogliera con uno sviluppo di circa 770 m, che “chiude” parzialmente l’insenatura compresa tra il limite della colmata dello ex Yard Belleli e Punta Rondinella.

La piattaforma logistica

La piattaforma logistica Integrata di Taranto comprende la costruzione dei seguenti edifici:

  • palazzina uffici;
  • magazzino merci a temperatura ambiente;
  • magazzino refrigerato;
  • autorimessa coperta;
  • casa custode e servizi ristoro.

La piattaforma logistica comprende un terminal ferroviario costituito da quattro binari destinati allo stazionamento del materiale rotabile per le operazioni di carico e scarico dei treni. Il collegamento del terminal con la linea ferroviaria nazionale avviene attraverso l’utilizzo di un binario esistente che fa parte di un fascio di binari attualmente in disuso.

Gli interventi di pertinenza della piattaforma logistica si completano infine con la realizzazione di:

  • piazzali di deposito containers;
  • una viabilità interna alla piattaforma, costituita da due corsie di 3,75 m, una per ciascun senso di marcia, con banchine da 1,5 m ed un marciapiede di 1,5 m per i pedoni;
  • impianti di servizio.
La Strada dei Moli

L’intervento lungo circa 5,7 km ha conseguito:

  • l’adeguamento della piattaforma stradale alla categoria D;
  • la realizzazione di una bretella di collegamento con la S.S. 106 “Jonica”;
  • l’interconnessione della Strada dei Moli alla viabilità esistente ed in progetto mediante sette rotatorie di svincolo;
  • l’adeguamento dell’impianto di illuminazione pubblica;
  • la razionalizzazione della rete;
  • l’adeguamento della rete acquedotto idropotabile;
  • l’adeguamento della rete acquedotto;
  • la realizzazione di una dorsale destinata ai collegamenti telematici;
  • l’adeguamento della rete fognaria esistente;
  • un intervallo di velocità del progetto compreso tra 60-80 km/ora;
  • in affiancamento alla linea ferroviaria Taranto Metaponto, la garanzia di una distanza dalla rotaia più vicina pari a 6,00 e 6,50 m.

La sezione della strada è composta da:

  • una zona di larghezza 1,80 m per alloggiamento barriera di sicurezza spartitraffico, con adiacenti due banchine transitabili di larghezza 0,50 m;
  • una carreggiata a doppio senso di marcia composta da 2+2 corsie di larghezza 3,25 m ciascuna e da banchine laterali pavimentate di 1,00 m con una larghezza complessiva di 17,80 m;
  • un marciapiede di altezza 15 cm e di larghezza 2,06 m, a lato del margine esterno sinistro della banchina;
  • un arginello di altezza 10 cm e di larghezza 1,50 m, a lato del margine esterno destro della banchina;
  • una scarpata inerbita con pendenza 2/3 con fosso al piede per la raccolta delle acque, a lato del margine più esterno.
  • La sovrastruttura stradale ha la seguente composizione:
  • 20 cm di strato di fondazione in misto granulare stabilizzato con legante naturale;
  • 25 cm di strato misto cementato;
  • 15 cm di strato di base in misto bitumato;
  • 6 cm di binder;
  • 4 cm per strato di usura.

A causa della necessità del superamento di più infrastrutture e interferenze sono state progettate diverse opere d’arte tra cui:

  • ponte B di superamento primo canale di scarico ILVA;
  • ponte C di allargamento di un manufatto esistente;
  • ponte D di allargamento di un manufatto esistente;
  • sovrappasso della linea ferroviaria ILVA;
  • sovrappasso della linea ferroviaria Taranto-Napoli per mezzo di un viadotto;
  • ponte F di sovrappasso del secondo canale di scarico ILVA;
  • sovrappasso del pontile petroli ENI.
Dati tecnici
Importo dei lavori (compresi oneri della sicurezza)
198.708.435 Euro, di cui:

  • Opere a mare: 91.279.498 Euro
  • Strada dei moli: 38.840.184 Euro
  • Piastra logistica: 43.490.370 Euro
  • Vasca di colmata: 25.098.383 Euro
Durata dei lavori
  • Opere a mare: 1.005 giorni
  • Strada dei moli: 660 giorni
  • Piastra logistica: 660 giorni
  • Vasca di colmata: 540 giorni
Committente per la realizzazione delle opere/Contraente Generale
Argo Costruzioni Infrastrutture Scpa (A.C.I. Scpa)
Progettista
Sina SpA