Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

J.F. Klein e il terzo ponte sul Bosforo: un’opera ingegneristica incomparabile

Il Progettista Jean-François Klein, che ci ha lasciati il 25 Aprile 2018, ci insegna come il successo si raggiunga grazie all’equilibrio tra un approccio ingegneristico strutturale e funzionale e una forte valenza architettonica per un’icona a livello mondiale

sfondo astaldi

Jean-François Klein

Jean-François Klein, nato l’8 Marzo 1961, ha studiato a Losanna all’Ecole Polytechnique Fédérale (EPFL) dove si è laureato nel 1985 e dove ha ottenuto il suo PhD nel 1990. Dal 1990 al 1993 è stato Assistente del Professor René Walther, partecipando a numerosi progetti (Zaltbommel Bridge nei Paesi Bassi e il Skarnsund Bridge in Norvegia).

Nel 1993 ha deciso di entrare nell’uffico di progettazione di Trembet a Ginevra, che diventerà T Ingénierie, di cui è diventato Socio nel 1995, e che ha contribuito a sviluppare grazie alla sua esperienza ma anche al suo entusiasmo e alle sue qualità umane.

Con T Ingénierie ha partecipato a numerosi progetti e ha contribuito agli studi e pubblicazioni di numerose associazioni, come la pubblicazione delle fib Guidance for a Good
Bridge Design, e per molti anni è stato Chairman della Commissione 1 per le Costruzioni in c.a..

I suoi meriti sono stati riconosciuti con vari premi, fra cui “The Medal of the French Association de Génie Civil”, “The 2010 Fib Special Mention for Outstanding Structures for the
replacement of the Geneva Airport Runway”, “The 2010 European Award of the steel industry for the Ravine Fontaine Bridge and the 2013 fib Medal of Honour”.