Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Il viadotto strallato Carpineto I

Analisi del dissesto e consolidamento strutturale

sfondo cspfea

A tal proposito, la campagna di indagine è consistita in rilevazioni sperimentali e ispezioni a carico degli stralli, quali quelle appresso indicate:

  • ispezione generale visiva;
  • rilievo geometrico della configurazione a catenaria degli stralli;
  • sondaggi endoscopici sui cavi degli stralli;
  • prove di detensionamento sui trefoli dei cavi “A”;
  • prove di detensionamento sui trefoli dei cavi “B”;
  • prove di rilascio di tensione nel calcestruzzo delle guaine;
  • caratterizzazione dinamica.

La modellazione strutturale

Con l’obiettivo di pervenire ad una valutazione attendibile dello stato di sollecitazione delle membrature nelle varie condizioni di esercizio, la struttura è stata modellata come un sistema di aste monodimensionali a massa distribuita, a comportamento elastico lineare, mediante il software Midas Civil.

La modellazione ha riguardato il complesso strutturale della carreggiata Ovest, attribuendogli la pendenza longitudinale del 4,5% in modo da rispecchiare la reale situazione statica in quanto tale parametro geometrico incide, seppur in modo limitato, sull’entità degli sforzi negli stralli [7].

Ai diversi elementi strutturali che compongono il viadotto, compresi gli elementi di fondazione e di ancoraggio degli stralli, sono state associate le reali sezioni geometriche usufruendo della funzione “Sectional Property Calculator” e associando ad essi il materiale calcestruzzo.

Il modello è vincolato attraverso Support di tipo incastro alla base delle antenne e delle zattere di ancoraggio degli stralli di ormeggio in modo da schematizzare l’impossibilità di questi nodi di subire spostamenti e rotazioni.