Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

I viadotti metallici della nuova strada Sassari-Olbia

4 km di opere su 25 km di strada tipo B in Sardegna: a parità di luce e larghezza, le soluzioni possono essere diverse

sfondo matildi

 

La Strada Statale a scorrimento veloce n° 597 Sassari-Olbia è oggetto di adeguamento al tipo B del DM 2001 da circa cinque anni.

Questi lavori discendono da un progetto preliminare unitario, redatto da Lotti Associati e Servin nel 2011, e la sostanziale unitarietà territoriale con morfologia collinare e corsi d’acqua a carattere marcatamente torrentizio ha portato a prevedere opere d’arte con luce tipica di 42 m e un numero di campate variabile fino a un massimo di otto.

Nel progetto preliminare i ponti e viadotti erano strutture in semplice appoggio con quattro travi portanti e un carter di mascheramento realizzato con doghe a C in acciaio Cor-Ten.

  • Matildi
    1 matildi
    Il sollevamento di una campata tipo da 42 m di luce
  • barriera
    2 matildi
    La sezione tipo del progetto preliminare
  • Viadotto
    3 matildi
    I lotti, i Progettisti e le Imprese
  • ponte
    4 matildi
    Un dettaglio della barriera New Jersey spartitraffico
  • Statale 597
    5 matildi
    I 17 viadotti e ponti realizzati
  • pila
    6 matildi
    La freccia differenziale durante le prove di carico
  • carter
    7 matildi
    Le pile del viadotto Cuguttu
  • Pulvino
    8 matildi
    Il collegamento in testa pila P5
  • Impalcato
    9A matildi
    I carter del Lotto 3,8
  • Sardegna
    9B matildi
    I carter del Lotto 7
  • Cor-Ten
    10 matildi
    La sezione tipo

In sede di gara di appalto integrato le Imprese vincitrici hanno, con i propri Progettisti, elaborato alcune varianti a queste opere, realizzando spesso la continuità delle campate in successione e riducendo sempre il numero delle travi.

Lo Studio associato Matildi+Partners è intervenuto nella progettazione costruttiva di buona parte di queste opere affinando i dettagli costruttivi e, pur in aderenza alle ipotesi progettuali specifiche dei singoli lotti, uniformando nuovamente le opere nell’ottica di una gestione unitaria dell’intera infrastruttura a beneficio del Compartimento ANAS della Sardegna.

Lo sviluppo totale delle 17 opere costruite è pari a quasi 4 km. Il viadotto Cannalzos del Lotto 7, unico nell’intera tratta, supera un avvallamento significativo e ha richiesto una struttura di grande luce (100 m): come tale è stato trattato singolarmente.