Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Posted in:

I ponti sui fiumi Piave e Sile

I ponti sui fiumi Piave e Sile

Per limitare la flessibilità del sistema, di cui si è comunque tenuto conto nel calcolo dell’impalcato, è stata prevista la cementazione del nucleo di terreno all’interno del pozzo mediante trattamenti colonnari (jet-grouting) approfonditi per 30 m sotto la quota d’imposta della pila. Il collegamento fra la testa dei pali costituenti il pozzo e la pila avviene tramite un elemento pieno in c.a. fortemente armato di altezza pari a 3 m.

Le spalle, anch’esse in c.a., sono costituite sostanzialmente da una zattera di fondazione, su cui poggia direttamente il ponte, sormontata da una parete continua paraghiaia. Anche in questo caso la fondazione è su pali trivellati di diametro pari a 150 cm, in numero di 14 e 16 rispettivamente per la spalla lato Venezia e Trieste, e di lunghezza pari a 27 m. I giunti di dilatazione consentono tutti gli spostamenti previsti, sia in senso longitudinale che trasversale al ponte, e garantiscono la totale impermeabilità.

Lo sviluppo della soluzione progettuale ha infine evidenziato l’opportunità di concentrare i sottoservizi su di un unico lato della struttura. Ciò ha indotto a predisporre un’unica passerella di ispezione e a realizzare sbarchi protetti sulle pile e spalle per l’ispezione di entrambi gli appoggi. In fase di progettazione costruttiva è stata modificata la concezione dei traversi per esigenze costruttive dell’officina che ha realizzato la carpenteria metallica.

Il ponte sul fiume Sile

Oltre al ponte sul Piave, rilevante è anche l’importanza afferente al ponte sul fiume Sile costituito da due impalcati affiancati ma indipendenti, a travi continue, con luci pari a 20,3+42+20,3 m, realizzati in struttura mista acciaio-calcestruzzo con travi saldate a sezione aperta e altezza variabile e soletta superiore, gettata in opera su lastre predalles, di spessore complessivo pari a 25 cm. Il numero delle travi è stato ridotto da cinque a quattro e i traversi reticolari in campata sono stati sostituiti con diaframmi rigidi ad anima piena posti ad interasse pari a circa 3,5 m.