Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Elegante sobrietà

La demolizione di 14 sovrappassi di competenza di Autostrada del Brennero SpA e la costruzione di altrettanti nuovi da parte di Castaldo SpA

Sfondo castaldo

Fanno eccezione, però, cinque opere. Per queste, infatti, è previsto che si proceda, a causa del notevole flusso di traffico e all’impossibilità di trovare adeguati percorsi viari alternativi, alla costruzione delle nuove strutture in affiancamento a quella preesistente. Solo ad opera compiuta ed agibile si potrà procedere alla demolizione del sovrappasso e dei rilevati originari.

Data l’importanza del nodo autostradale e non potendo interrompere la viabilità nelle ore diurne, il progetto prevede che i nuovi sovrappassi, di lunghezza 50,1 m, con luce di 45,0 m, siano costituiti da cassoni aperti a campata unica in semplice appoggio per consentire il montaggio nel minor tempo possibile durante le ore notturne.

La larghezza di ciascun sovrappasso varia in funzione dell’arteria stradale che deve servire e comunque varia tra una larghezza minima di 8,00 m e una massima di 16,10 m.

In tema di sicurezza, oltre alle cospicue riserve di sicurezza progettuali, tutte le opere avranno come apparecchi di appoggio degli isolatori sismici, in linea con le più moderne tendenze di prevenzione del rischio sismico. Si parlava, in epigrafe, di opere che assecondano le azioni esterne, mitigandole; l’isolatore sismico nasce per questo: abbatte le forze sismiche filtrando il moto del complesso terreno/fondazione con le notevoli masse dell’impalcato.

Altro aspetto molto importante, in termini di durabilità e resistenza alla corrosione atmosferica, per la parte in acciaio della struttura portante dei sovrappassi, a sistema misto acciaio/C.C.A., è l’utilizzo previsto di lamiere in acciaio Cor-Ten (Corrosion Tensile Strenght) verniciato, visti gli ambienti climaticamente molto aggressivi.

L’Ufficio Tecnico di Castaldo SpA, attraverso l’utilizzo di software all’avanguardia quali Tekla Structures, Midas Civil di TecnoMetal, ha sviluppato la parte progettuale di competenza.