Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Consorzio Autostrade Siciliane: nuovi viadotti sulla Siracusa-Gela

Il Lotto funzionale realizza il collegamento tra la tratta oggi in esercizio, Siracusa-Rosolini, e la città di Modica. Il tratto inizia in corrispondenza dello svincolo di Rosolini, oggi parzialmente realizzato e in esercizio per le direttrici da e per Siracusa

Consorzio Autostrade Siciliane: nuovi viadotti sulla Siracusa-Gela

Il Lotto funzionale 6, 7 e 8 (tratto Rosolini-Modica), sul secondo tronco Rosolini-Ragusa, costituisce in assoluto il primo intervento autostradale in provincia di Ragusa e contribuirà a migliorare i collegamenti di una vasta area con spiccate vocazioni turistiche, agricole ed industriali, il cui sviluppo è stato a lungo condizionato dall’assenza di collegamenti veloci e sicuri con il resto del territorio regionale e con le principali direttrici del traffico turistico e commerciale nazionali ed internazionali.

Immagini

  • L’Autostrada Siracusa-Gela (Lotti 6, 7 e 8)
    53d4cb5eceb038-83422527
    L’Autostrada Siracusa-Gela (Lotti 6, 7 e 8)
  • Il tracciato dell’Autostrada Siracusa-Gela riportato su cartografia IGM della Sicilia Sud-Orientale (Lotto funzionale 6, 7 e 8)
    article_4778-img_2138
    Il tracciato dell’Autostrada Siracusa-Gela riportato su cartografia IGM della Sicilia Sud-Orientale (Lotto funzionale 6, 7 e 8)
  • La planimetria e il profilo longitudinale del viadotto Salvia
    article_4778-img_2139
    La planimetria e il profilo longitudinale del viadotto Salvia
  • La planimetria e il profilo longitudinale del viadotto Scardina
    article_4778-img_2140
    La planimetria e il profilo longitudinale del viadotto Scardina
  • Il montaggio dei conci prefabbricati
    article_4778-img_2141
    Il montaggio dei conci prefabbricati
  • La simulazione dell’inserimento dell’opera nel territorio; lo svincolo di Rosolini fotografato dal tratto autostradale già realizzato nella situazione ante operam
    article_4778-img_2142
    La simulazione dell’inserimento dell’opera nel territorio; lo svincolo di Rosolini fotografato dal tratto autostradale già realizzato nella situazione ante operam
  • La simulazione dell’inserimento dell’opera nel territorio; lo svincolo di Rosolini fotografato dal tratto autostradale già realizzato nella situazione post operam
    article_4778-img_2143
    La simulazione dell’inserimento dell’opera nel territorio; lo svincolo di Rosolini fotografato dal tratto autostradale già realizzato nella situazione post operam
  • La sezione trasversale della galleria naturale Mandriavecchia
    article_4778-img_2144
    La sezione trasversale della galleria naturale Mandriavecchia
  • Sei disegnini significativi
    article_4778-img_2145
    Sei disegnini significativi
  • Il Presidente Faraci
    article_4778-img_2146
    Il Presidente Faraci

Le opere di maggiore rilevanza sono i due viadotti Salvia (638 m) e Scardina (1.544 m), e la coppia di gallerie naturali Mandriavecchia (920 m). Il tratto di autostrada corre lungo il margine fra la pianura costiera e le propaggini dell’altopiano Ibleo, in un territorio utilizzato principalmente a scopo agricolo ove sono presenti centri di medie dimensioni.

Il lotto funzionale realizza il collegamento tra la tratta oggi in esercizio, Siracusa-Rosolini, e la città di Modica. Il tratto inizia in corrispondenza dello svincolo di Rosolini, oggi parzialmente realizzato e in esercizio per le direttrici da e per Siracusa.

I viadotti Salvia e Scardina

I due viadotti costituiscono il Lotto 7: il viadotto Salvia ha uno sviluppo di 638 m, e si colloca tra le p.k. 43+147 e 43+785. Il tempo di costruzione previsto nel cronoprogramma è pari a 21 mesi, con la previsione di utilizzare un unico impianto di betonaggio e prefabbricazione. Con l’utilizzo di due impianti, il tempo di realizzazione può essere ridotto a 15 mesi.

Il viadotto Scardina ha uno sviluppo di 1.544 m e si colloca tra le p.k. 49+700 e 51+244. Il tempo di costruzione previsto nel cronoprogramma è pari a 35 mesi, con la previsione di utilizzare un unico impianto di betonaggio e prefabbricazione. Anche in questo caso, con l’utilizzo di due impianti, il tempo di realizzazione può essere ridotto (a 24 mesi).

Il progetto prevede che i due viadotti siano realizzati contemporaneamente. I viadotti Scardina e Salvia saranno realizzati a struttura continua, a campate da 54 m, con impalcato a cassone di altezza costante pari a 2,60 m, assemblato per conci prefabbricati coniugati.

La galleria naturale Mandriavecchia

La galleria naturale Mandriavecchia ha uno sviluppo di 918 m ed è collocata tra le p.k. 53+170 e 54+090 m. Quest’opera è stata concordata in sede di V.I.A. al fine di minimizzare gli impatti sull’area attraversata, ad alto valore ambientale, sia paesaggistico che naturalistico. Il tempo di costruzione previsto nel cronoprogramma è pari a dieci mesi.

L’intervento e il paesaggio

Di notevole rilevanza sono le tematiche ambientali per le quali il Consorzio per le Autostrade Siciliane ha avuto una sempre maggiore attenzione. Nella zona costiera l’agricoltura è di tipo intensivo a prevalente indirizzo orto-frutticolo; nelle zone di altopiano si è sviluppata un’agricoltura di tipo zootecnico e da coltivazioni arboree. Un aspetto caratterizzante del paesaggio agrario è la presenza di numerose masserie e di un fitto reticolo di muretti a secco che definiscono gli appezzamenti fondiari.

L’idea guida degli interventi di mitigazione ambientale si fonda sull’opportunità di realizzare lungo la fascia meridionale della Sicilia, dominata da sistemi antropici, un corridoio ecologico attraverso la riproposizione di un sistema ambientale integrato corrispondente alle principali associazioni vegetali presenti frammentariamente nel territorio.

Le finalità degli interventi di mitigazione previsti mirano al raggiungimento degli obiettivi:

  • valorizzazione ecologica del tracciato autostradale con sfruttamento anche dei siti laterali disponibili, là dove questi ben si prestano a un loromiglioramento (crinali, dossi o versanti sopraelevati) con l’uso di essenze autoctone, talvolta integranti la vegetazione esistente;
  • mimesi del corpo autostradale per un miglior inserimento alle viste laterali con l’impiego di essenze autoctone; – ripristino di siti di valore naturalistico ove i lavori d’esecuzione delle opere autostradali hanno prodotto modifiche o guasti ambientali.
Consegnati i lavori dei Lotti 6, 7 e 8 Rosolini-Modica

Il RUP Ing. Gaspare Sceusa ha proceduto in data 4 Giugno alla consegna in via d’urgenza dei lavori dei Lotti 6-7-8 “Rosolini-Modica” al RTI Condotte d’Acqua SpA (Capogruppo) e COSEDIL SpA (Mandante) che si è aggiudicato l’appalto pubblico.

Il Consorzio autostradale è giunto a questa decisione dopo che il TAR di Catania ha rinviato al 26 Giugno scorso la trattazione del contenzioso promosso dalla impresa 2° classificata nella gara d’appalto pubblico per non incorrere nell’eventuale perdita dei finanziamenti comunitari a fronte di ritardi di qualsiasi natura.

Sul punto – infatti – si evidenzia che il CAS ha l’obbligo di eseguire e rendicontare entro il 31 Dicembre 2015 le spese relative ai lavori dei tre lotti pena la perdita del finanziamento comunitario inserito nel Programma P.O. FERS Sicilia 2007-13. Per tali motivi l’Ing. Sceusa, ai sensi della Normativa che disciplina la materia, ha dato corso alla consegna dei lavori.

Il Presidente del CAS, Dott. Rosario Faraci, ha in merito commentato: “Sono particolarmente soddisfatto che si sia proceduto alla programmata consegna con il conforto della costante attenzione dei Prefetti di Siracusa Dott. Armando Gradone e Ragusa Dott. Annunziato Vardè e seguendo le indicazioni del Presidente della Regione On. Rosario Crocetta e dell’Assessore Regionale alle Infrastrutture Dott. Domenico Torrisi con i quali è permanente il raccordo.

L’importanza dell’appalto rappresenta un’opportunità di sviluppo per l’intero territorio che finalmente vedrà soddisfatte le aspettative dei lavoratori da impegnare nei 16 cantieri e della comunità da anni in attesa dell’ulteriore completamento della tratta autostradale”.

Condividi, , Google Plus, LinkedIn,