Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Posted in:

Ripristino, manutenzione e consolidamento del corpo stradale

Gli interventi con resine espandenti permettono il ripristino senza l’interruzione completa della circolazione

Nell’ambito della manutenzione stradale, uno degli interventi più diffusi riguarda il consolidamento e la compattazione del corpo stradale. In questo modo, si garantisce un miglioramento delle caratteristiche meccaniche e idrauliche del terreno evitando possibili cedimenti differenziali.

Un recente cantiere riguarda la stabilizzazione di 250 m della rampa d’ingresso di uno svincolo autostradale in Piemonte. A causa di un assestamento della scarpata si era creato un detensionamento del terreno con la formazione di avvallamenti e lesioni della sovrastruttura.

In seguito alla sistemazione del rilevato da parte della Società di manutenzione, nella Committenza permaneva l’esigenza di ripristinare lo stato tensionale del terreno sottostante il piano viabile. 

  • corpo stradale
    1 La posa delle cannule d’iniezione
    1. La posa delle cannule d’iniezione
  • corpo stradale
    2 La perforazione del corpo stradale
    2. La perforazione del corpo stradale

Un esempio di stabilizzazione in Piemonte

Per soddisfare tale esigenza, la Committenza si è rivolta a Uretek ® per l’intervento di consolidamento. Il consolidamento del corpo stradale è stato possibile mediante la tecnologia Uretek Deep Injections® (https://hubs.li/Q010MrDp0): in maniera non invasiva e rapida sono stati trattati circa 1.500 m2 di pavimentazione per un volume complessivo di terreno consolidato pari a ca. 3.000 m3.

L’addensamento, indotto nel terreno dalle iniezioni di resina espandente, ha prodotto un miglioramento delle caratteristiche meccaniche ed idrauliche dei terreni, riempiendo contemporaneamente i vuoti presenti nel volume trattato.

  • corpo stradale
    3A La verifica delle prove
    3A. La verifica delle prove penetrometriche dinamiche
  • corpo stradale
    3B Le prove penetrometriche dinamiche
    3B. La verifica delle prove penetrometriche dinamiche

Le fasi operative sono state le seguenti:

  • tracciamento della maglia di perforazione e di associazione di numero progressivo per ogni punto;
  • perforazione mediante l’utilizzo di attrezzature portatili attraverso perforatori manuali; si è perforato lo strato di conglomerato bituminoso fino a raggiungere lo strato di fondazione del corpo stradale;
  • il piano di imposta del pacchetto asfalto-sottofondo stradale è stato rilevato a una profondità compresa tra 0,50 e 0,80 m dal piano di lavoro. Le perforazioni, di diametro di 26 mm, sono state eseguite a intervalli regolari fino alla profondità di 2,00 m oltre lo spessore di tale pacchetto. In questo modo, è stato possibile raggiungere tutto il volume maggiormente interessato dai carichi superficiali trasmessi dal traffico veicolare;
  • nei fori realizzati si sono posate le cannule d’iniezione della resina espandente, progettate secondo le specifiche del sistema di iniezione brevettato Uretek Multipoint® (Brevetto n° IT201800007020).
corpo stradale
4. Il controllo con sistema laser delle iniezioni di resina

La tecnologia Multipoint® impiega delle cannule dotate di fori perfettamente calibrate per garantire la distribuzione uniforme della resina nel volume di terreno trattato;

  • con apposita pistola è stata iniettata la resina espandente bicomponente per mezzo delle cannule Multipoint®. Durante l’iniezione, la resina esce contemporaneamente da tutti i fori della cannula calibrata nella stessa quantità e con una pressione tale da superare la resistenza del terreno. La distribuzione uniforme della resina espandente consolida il terreno in profondità in modo rapido e omogeneo senza diffondersi oltre il volume desiderato;
  • nel corso dei lavori il piano stradale è stato monitorato costantemente impiegando una strumentazione laser (precisione pari a ±1,0 mm), che ha permesso di rilevare costantemente gli spostamenti verticali, mantenendoli entro i limiti previsti.
corpo stradale
5. Il controllo e la verifica dell’intervento sul corpo stradale

I risultati ottenuti dalle indagini mostrano che il terreno trattato offre parametri di resistenza e di deformabilità notevolmente migliorati rispetto ai precedenti. Tutte le verticali indagate con prove penetrometriche dinamiche rilevano un incremento della resistenza alla punta, rispetto alla lettura pre-intervento, superiore al 40% (come previsto da progetto) e mediamente compreso tra l’80% e il 100%.

I benefici delle tecnologie Uretek®, che risolvono le problematiche in modo rapido pur mantenendo inalterato il regolare utilizzo della viabilità, sono:

  • gli interventi non richiedono l’asportazione del manto bituminoso;
  • i lavori sono eseguiti in modo rapido, tramite cantiere autonomo mobile e temporaneo, in grado di garantire produzioni minime giornaliere di 150-180 m2;
  • la transitabilità di un’intera corsia viene sempre garantita salvo diverse indicazioni della Committenza;
  • il trattamento è immediato, grazie all’istantanea solidificazione della resina: pertanto l’area oggetto di intervento può essere subito transitabile anche da mezzi pesanti;
corpo stradale
6. Il ripristino della planarità in prossimità di un casello autostradale
  • il cantiere risulta pulito, in quanto l’intervento non produce reflui o scarti;
  • l’intervento non è invasivo, in quanto non sono necessari scavi o lavori in muratore; inoltre, i fori di diametro massimo 26 mm praticati nel terreno vengono accuratamente sigillati al termine dell’iniezione;
  • la resina è conforme ai requisiti di compatibilità ambientale secondo le vigenti Normative.

Le tecnologie brevettate Uretek®

Grazie all’utilizzo combinato delle varie tecnologie brevettate, Uretek® è in grado di fornire ulteriori soluzioni per la manutenzione del sistema strade, ponti e gallerie.

L’arresto delle infiltrazioni
7. L’arresto delle infiltrazioni in un sottopasso ferroviario

Oltre al sopracitato ripristino della planarità di pavimentazioni stradali o sottofondi, grazie all’iniezione di resine è possibile:

  • recuperare la portanza e mettere in sicurezza le strutture portanti di ponti e viadotti (pile, contrafforti, pulvini, fondazioni);
  • il consolidamento dei terreni e delle strutture di fondazione;
  • il ripristino del legante murario deteriorato su strutture in mattoni, pietre e materiali misti;
  • recuperare abbassamenti o cedimenti differenziali di strutture, opere manufatti;
Intervento sul ponte di Radicondoli
8. Un intervento sul ponte di Radicondoli a Siena
  • mettere in sicurezza gallerie, sottopassi e manufatti potenzialmente pericolosi;
  • l’arresto di infiltrazioni e dilavamenti;
  • riempire di cavità e ancoraggi di murature per prevenzione cedimenti o collassi;
  • la mitigazione del rischio sismico;
  • incrementare, adeguare o recuperare la portanza di terreni e strutture per restauri o nuove installazioni.

Gli interventi Uretek® possono essere dimensionati utilizzando il software di calcolo SIMS 2.0 sviluppato in collaborazione con il Politecnico di Torino.

Partendo dai parametri geotecnici del sito e inserendo i valori di progetto da raggiungere (come indicato in fase di progettazione dal Committente), si individua la maglia di iniezione per l’esecuzione dei fori e si stabilisce il quantitativo di resina da iniettare.

Intervento su plinti
9. Modalità di intervento sui plinti di fondazione

Uretek Solutions Group

Azienda italiana con sede in provincia di Verona, da oltre 30 anni (e più di 55.000 interventi eseguiti) Uretek Solutions Group si pone al fianco di Progettisti, Tecnici, Enti Pubblici e Aziende di costruzione e manutenzione stradale per l’esecuzione di lavori e per l’assistenza alla progettazione.

Uretek opera attivamente (con filiali di proprietà) in Spagna, Francia, Svizzera, Austria e Slovenia e applica le sue soluzioni, tutte ottenute tramite l’iniezione di resine, ai sistemi stradale, ferroviario, aeroportuale, portuale oltre che per edilizia pubblica e privata.

L’Azienda è attiva nei lavori di ripristino delle strutture senza interferire con la vita e l’attività delle persone, attraverso l’utilizzo di tecnologie innovative uniche e brevettate che agiscono in modo rapido e conservativo e resine iniettate con precisione e consolidamento di terreni e murature, arresto di infiltrazioni, riempimento di cavità, sollevamento di pavimentazioni e manufatti e ancoraggi di muri controterra.

>  Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti alla Newsletter mensile al link http://eepurl.com/dpKhwL  <