Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Pavimentazioni in conglomerato bituminoso con intasamento totale

All’ultima edizione di ASPHALTICA, Italcementi è stata protagonista presentando i.tech CARGO, il cemento che rende più resistenti alla compressione e al fuoco le pavimentazioni in asfalto

È stata verificata la corrispondenza fra la percentuale di vuoti del nuovo asfalto e quella determinata preliminarmente in laboratorio, con una differenza massima di circa l’1%. Una volta completata la fase di realizzazione dello strato d’usura da parte della Colombo Srl si è passati all’intasamento con la boiacca prodotta con i.tech CARGO, mediante l’utilizzo di un mescolatore montato su un mezzo speciale della Ditta posatrice Deltapav Srl, Azienda specializzata nella progettazione e nella realizzazione di pavimentazioni e Partner di Italcementi nei lavori di fornitura e posa.

Per avere una corretta fluidità (tale da consentire una percolazione totale nella pavimentazione), è stata aggiunta una quantità d’acqua del 26%, corrispondente a un rapporto acqua/polvere di 0,35. La verifica della fluidità è stata eseguita misurando il tempo di deflusso di un volume noto di miscela attraverso il cono di Marsh, con valori medi riscontrati da 11 a 14 secondi (diametro dell’ugello di 10 mm). La boiacca è stata pompata sulla pavimentazione e stesa manualmente mediante racle. Le misure di fluidità sono proseguite anche durante tutta la fase di messa in opera del prodotto CARGO, per i giorni necessari al completamento del lavoro e soprattutto alla ripresa delle operazioni nei giorni successivi.

Per intasare la pavimentazione avente una superficie totale di circa 11.000 m2, sono stati necessari quattro giorni di lavoro, con una produttività giornaliera media di 2.750 m2/giorno. Le quantità di prodotto i.tech CARGO, fornito in big bags, sono state di 180 t. La pavimentazione completata è risultata idonea al servizio dopo meno di 24 ore dalla fine della posa, dopo le quali è stata realizzata la segnaletica orizzontale; infine, il piazzale è stato immediatamente riaperto per le normali operazioni di carico e scarico merci.

È stato eseguito un ulteriore controllo di qualità sulla pavimentazione, effettuando numerosi prelievi (carotaggi) e successive prove di resistenza alla compressione, che hanno fornito dei risultati in media superiori ai 10 N/mm2 (secondo UNI EN 13286-41). Presentato ad ASPHALTICA, i.tech CARGO di Italcementi rende quattro volte più resistenti le pavimentazioni in asfalto. Il prodotto, messo a punto in i.lab, il Centro Innovazione di Prodotto del Gruppo, è una soluzione pronta all’uso che si sposa perfettamente con l’asfalto.