Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

L’uso del Grouted Macadam

Uno strumento per la manutenzione delle pavimentazioni delle corsie di approccio alle porte di esazione automatiche

Il materiale

La problematica connessa alla formazione di elevate deformazioni permanenti lungo le corsie di approccio alle porte di esazione automatiche necessita di un particolare sforzo nell’individuazione di una tecnologia in grado di risolvere e/o mitigare lo stato di ammaloramento delle sovrastrutture immediatamente a monte/valle della pensilina pavimentata in calcestruzzo.

La definizione di un piano di manutenzione adeguato alle necessità vede, da un lato, la sostituzione dello strato di usura esistente con uno della stessa tipologia di quello in opera agendo con regolare frequenza sulla sovrastruttura e, dall’altro, la necessità di individuare un materiale per tappeti di usura capace di rendere trascurabile la formazione di ormaie grazie alle intrinseche proprietà della tecnologia applicata: il Grouted Macadam.

Il Grouted Macadam (GM) è un particolare materiale per tappeti di usura semi-flessibili costituito da un sistema open-graded intasato di malta cementizia. Il conglomerato bituminoso drenante, opportunamente strutturato sia in termini di granulometria, sia in termini di contenuto e prestazione del bitume utilizzato, ha la funzione di costituire l’ossatura del tappeto di usura mentre la malta cementizia, di tipo “grouting”, è utilizzata per l’intasamento dei vuoti al termine della realizzazione dello strato in cb ed è stesa sulla superficie dello stesso tramite apposita attrezzatura.

L’uso combinato di questi due materiali permette di garantire sia le proprietà elastiche degli strati bituminosi, sia quelle di elevata resistenza meccanica dei calcestruzzi, ottenendo una pavimentazione il cui strato di usura ha la capacità di esplicare:

  • elevata resistenza ai carichi statici o lenti;
  • regolarità superficiale;
  • tempi di realizzazione confrontabili con quelli di un cb;
  • elevata resistenza all’usura e allo sversamento degli agenti chimici;
  • elevate resistenze a fatica e/o alla deformazione permanente.