Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Il trattamento di depolverizzazione per strade rurali

Un esempio di applicazione sulla viabilità del comune di Fano

sfondo uni rsm

A confronto con il tappeto a caldo, per le Amministrazioni Locali i maggiori vantaggi sono relazionati ai costi contenuti, alla maggiore versatilità nella gestione delle tempistiche di cantiere, al minor impiego di Personale e cautele per la sicurezza, alla facilità e alla velocità di esecuzione. Lavorando a freddo, l’impatto ambientale della lavorazione è minimo e, lasciando un’estetica naturale, anche l’inserimento del tracciato in un contesto naturalistico risulta armonioso.

Nell’ultimo quinquennio, il Comune di Fano (PU) ha rivolto particolare attenzione alle opere di manutenzione stradale, razionalizzando la pianificazione e implementando tecniche ecosostenibili e innovative alle tradizionali.

Nel suo complesso, tale processo di miglioramento ha consentito, oltre a vantaggi economici, ambientali e prestazionali, anche una notevole riduzione dell’incidentalità e delle richieste di risarcimento per danni a persone o cose dovuti alla condizione della pavimentazione stradale. Dal 2013 a oggi le richieste di risarcimento danni sono decrementate progressivamente di circa il 30% ogni anno, facendo registrare una riduzione di circa l’85% nel quinquennio.

Tra le varie tecniche ecosostenibili, il Comune di Fano ha fatto ampio uso del trattamento di depolverizzazione su strade rurali che da anni erano soggette a continui rappezzi e ripristini in emergenza, trovando così una soluzione duratura e a basso costo e tutelando l’inserimento del percorso in un ambito naturalistico. In dettaglio, i lavori nell’ultima stagione hanno interessato oltre 6 km della viabilità rurale per circa 16.500 m2.

I lavori sono stati svolti con i fondi della manutenzione ordinaria secondo un’attenta pianificazione da parte dell’ufficio tecnico del Comune di Fano che ha direttamente provveduto all’ordine e all’approvvigionamento delle materie prime, al noleggio dell’attrezzatura e della squadra di operatori. 

La depolverizzazione

La depolverizzazione è uno specifico trattamento superficiale che si applica su strade rurali a basso volume di traffico per realizzare un piano viabile a basso costo e ridotto impatto ambientale. A seguito della riprofilatura del piano di posa, la depolverizzazione consiste nella stesa di una mano di impregnazione con emulsione bituminosa diluita e sgranigliatura, seguita da un doppio trattamento emulsione/graniglia.

L’impregnazione, da realizzarsi con una specifica emulsione bituminosa a bassa viscosità (opportunamente diluita), penetra la fondazione, rende coesa la superficie di posa e garantisce una buona adesione (ancoraggio) al successivo trattamento multistrato il quale consente a sua volta di ottenere un piano impermeabile, di abbattere le polveri nella stagione secca, di evitare la formazione di fango nella stagione umida e di rispettare i valori paesaggistici esistenti lasciando prevalere il colore degli aggregati.