Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Il trattamento di depolverizzazione per strade rurali

Un esempio di applicazione sulla viabilità del comune di Fano

sfondo uni rsm

I rivestimenti superficiali (“surface dressing”) come i trattamenti superficiali mono o multi strato attualmente rappresentano una delle tecniche più apprezzate nell’ambito della manutenzione ordinaria della rete stradale locale.

I trattamenti superficiali consistono di almeno un film di bitume ricoperto da uno strato monodimensionale di aggregati radicati su di esso. Tuttavia, al fine di ottenere un trattamento più duraturo, la combinazione bitume/aggregati può essere ripetuta applicando strati successivi, l’uno incollato sull’altro, con diversi dosaggi e dimensioni a seconda delle necessità (UNI EN 12271).

  • depolverizzazione
    1 uni rsm grilli
    Il trattamento di depolverizzazione lungo la viabilità rurale di Fano
  • Fano
    2 uni rsm grilli
    Lo schema tipico di un intervento di depolverizzazione
  • fondazione
    3 uni rsm grilli
    Le caratteristiche dell’aggregato in frazione unica per fondazione o risagomatura
  • frammentazione
    4 uni rsm grilli
    Le caratteristiche dell’aggregato per depolverizzazione * La classe LA20 e la resistenza alla levigazione PSV45 o PSV50 (UNI EN 1097-8) potranno essere richieste a discrezione della Direzione Lavori per soddisfare requisiti più elevati di resistenza alla frammentazione e al derapaggio
  • dosaggio
    5 uni rsm grilli
    Gli aggregati e i dosaggi per la depolverizzazione * Potrà essere richiesta la pezzatura 10/18 e il dosaggio potrà essere incrementato di 5÷6 l/m2 nel caso sia necessario regolarizzare la spiccata megatessitura del piano di posa (fondazione)
  • aggregati
    10 uni rsm grilli
    Il dettaglio del misto cementato con matrice in conglomerato bituminoso di recupero 0/25
  • misto cementato
    11 uni rsm grilli
    La compattazione del misto cementato con fresato con rullo ferro-gomma
  • rullatura
    12 uni rsm grilli
    L’applicazione del trattamento di depolverizzazione e la successiva rullatura

 

La fase di rullatura consolida la matrice degli aggregati sul letto di legante e fa sì che essi si dispongano lungo la loro dimensione minima che determina quindi lo spessore del trattamento superficiale. Gli aggregati, che devono essere immersi nel legante bituminoso per almeno il 50% e generalmente per non più del 70% del loro spessore, creano un mosaico regolare lasciando risaltare la naturalezza e il colore dell’aggregato stesso.

Tra le possibili varianti e procedure, si usa distinguere i trattamenti superficiali che sono realizzati direttamente sulle pavimentazioni usurate della viabilità ordinaria e le depolverizzazioni che, a seguito della regolarizzazione e impregnazione del piano di posa, sono applicate su strade sbrecciate o semi-pavimentate tipiche dell’ambito rurale. Tali interventi, sigillando la pavimentazione e ripristinando l’aderenza superficiale, offrono una soluzione preservativa o permanente a seconda del contesto e dello stato del piano viabile esistente.