Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

G7: sulla rete stradale Anas completati lavori per oltre 21 milioni di euro

Ultimati numerosi interventi di nuova pavimentazione e segnaletica orizzontale sulle arterie nel brindisino e della provincia di Bari, in parte con fondi assegnati dal Commissario straordinario Fulvio Soccodato

Oltre 50 unità e mezzi Anas sono stati impegnati per presidiare gli svincoli e gli innesti con le principali strade statali in Puglia per garantire in piena sicurezza il passaggio delle delegazioni provenienti dagli aeroporti di Grottaglie, Bari e Brindisi e presenti al Vertice G7, in programma dal 13 giugno a sabato 15 giugno a Borgo Egnazia, nel comune di Fasano.

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione del Pranzo offerto per il G7

In occasione dell’evento internazionale con la partecipazione dei Capi di Stato e di Governo dei sette Stati membri, oltre al Presidente del Consiglio Europeo e alla Presidente della Commissione Europea, Anas (Società del Polo Infrastrutture delle Ferrovie dello Stato) ha completato importanti lavori di manutenzione sulla rete stradale di competenza per un investimento complessivo di oltre 21 milioni di euro, di cui 12,9 milioni assegnati dal Commissario straordinario Fulvio Soccodato e 8,5 milioni di investimenti Anas.

I lavori hanno riguardato in particolare interventi di nuova pavimentazione e ripristino della segnaletica orizzontale e verticale su una serie di tratti della SS7 “Appia” da Grottaglie a Brindisi; della SS16 “Adriatica” nella provincia di Bari; sulla SS 379 “di Egnazia e delle Terme di Torre Canne”, in particolare sull’asta di raccordo che consente di raggiungere l’aeroporto di Brindisi; su un tratto di viabilità comunale collegata alla statale e sui rami di svincolo di Savelletri, frazione del comune di Fasano. Il personale Anas impegnato su strada è stato in costante contatto con la sala operativa di Bari e con la Sala di monitoraggio e coordinamento operativo di protezione civile istituito presso la Questura di Brindisi per prevenire e ridurre al minimo qualsiasi disagio alla circolazione nel territorio e garantire la massima sicurezza anche negli spostamenti su strada dei Capi di Stato, di Governo e delle rispettive delegazioni.

fonte: Le Strade dell’Informazione

>  Se l’articolo ti è piaciuto, iscriviti alla Newsletter mensile al link http://eepurl.com/dpKhwL  <