Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Auto elettriche: più rischi di incidenti per i pedoni

I dati in uno studio inglese dello London School of Hygiene & Tropical Medicine

La transizione ecologica e la sostituzione graduale dei veicoli a motore con quelli elettrici deve avvenire. Tuttavia, le auto ibride ed elettriche sembrano avere maggiori probabilità di investire i pedoni rispetto ai veicoli a benzina e diesel, soprattutto in contesti urbani.

A sostenerlo è uno studio pubblicato sulle pagine del Journal of Epidemiology & Community Health, rilanciato dal giornale britannico The Guardian e dalle principali agenzie di stampa italiane. 

Lo studio ha analizzato il numero di vittime di incidenti stradali in Gran Bretagna tra il 2013 e il 2017. In questo arco di tempo, sono stati investiti oltre 96.000 pedoni da un’auto o da un taxi e in tre quarti di questi incidenti erano coinvolte auto benzina o diesel.

Andando però ad analizzare il tasso di vittime ogni 100 milioni di miglia percorse da auto a batteria rispetto a quelle termiche, si scopre che a parità di strada percorsa le prime hanno investito mediamente 5,16 persone mentre le seconde solo 2,4.

Il rischio che un pedone sia coinvolto in un incidente con un’auto elettrica o ibrida è 3 volte maggiore, inoltre, nelle città rispetto alle zone rurali. Perché le auto ibride siano più pericolose non è chiaro, ma i ricercatori hanno ipotizzato vari fattori.

Sicuramente i conducenti di auto elettriche tendono ad essere più giovani e meno esperti, e i veicoli sono molto più silenziosi delle auto con motore a combustione, ciò li rende più difficili da sentire, soprattutto nelle città.

Le auto elettriche inoltre tendono ad avere una rapida accelerazione e di solito sono molto più pesanti, prolungando di conseguenza gli spazi di arresto.
Dati questi, scrivono gli autori nel loro studio, che comunque non devono scoraggiare la transizione verso l’elettrico.

Devono piuttosto spingere i legislatori a mitigare i rischi aggiuntivi derivanti dalla presenza dell’elettrico sulle strade, introducendo normative che garantiscano la sicura coesistenza tra pedoni e veicoli elettrici.