Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Dal prossimo anno a Milano il limite di velocità massimo per le auto sarà 30 chilometri l’ora

In città si potrebbe ridurre gli incidenti stradali e provocare meno morti

Il Consiglio comunale ha approvato un ordine del giorno della maggioranza che invita il sindaco, Beppe Sala, e la sua giunta a proclamare Milano “Città 30”, istituendo il limite di velocità urbano a 30 km orari a partire dal 1° gennaio 2024. Una rivoluzione della mobilità in una grande città metropolitana.

Portare il limite di velocità massimo a 30 all’ora in città potrebbe ridurre gli incidenti stradali e provocare meno morti sulle strade. In aula come ha spiegato il primo firmatario del documento, il consigliere Marco Mazzei della Lista Sala, “l’impatto tra un’automobile che viaggia a 50 chilometri orari e un pedone o un ciclista è quasi sempre fatale per l’utente fragile della strada, e al contrario l’impatto a 30 chilometri non è quasi mai letale e offre ampie rassicurazioni sulla minore gravità delle conseguenze”.

Secondo i dati Aci-Istat riportati, in città avvengono oltre il 70% degli incidenti in Italia e tra le prime cause in assoluto c’è proprio l’eccesso di velocità. Questi incidenti in ambito urbano provocano il 43,9% dei morti e il 69,7% dei feriti. Quello della riduzione della velocità in città è un obiettivo “che stiamo cercando di percorrere e raggiungere, ha precisato l’assessore alla Mobilità del Comune Arianna Censi, che ha dato parere positivo al documento. È da qua che si costruisce la cultura di una città e questa rappresenta già la strategia di molte città europee”.

In Europa Parigi e Bruxelles hanno imposto il limite urbano di 30 chilometri orari, la prima dall’agosto del 2021 e la seconda dal gennaio del 2021.