Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

UE: dal 2035 stop alla vendita di auto termiche

(Come riportato da “Le Strade Dell’Informazione”)

Gli obiettivi intermedi di riduzione delle emissioni per il 2030 sono fissati al 55% per le auto e al 50% per i furgoni

Via libera dal Parlamento europeo, in seduta plenaria, allo stop alla vendita di automobili a motore termico (benzina e diesel). Nella votazione si sono registrati 339 voti favorevoli, 249 contrari e 24 astensioni. La notizia è stata riportata diffusamente dai media internazionali.

Con il testo adottato, che costituisce la posizione del Parlamento per negoziare con gli Stati membri, gli eurodeputati sostengono la proposta della Commissione di raggiungere la mobilità su strada a emissioni zero entro il 2035, con l’obiettivo di ridurre le emissioni prodotte da nuove autovetture e veicoli commerciali leggeri del 100% rispetto al 2021. Gli obiettivi intermedi di riduzione delle emissioni per il 2030 sono invece fissati al 55% per le auto e al 50% per i furgoni.

Bocciato l’emendamento sostenuto dal Partito popolare europeo, che prevedeva una riduzione delle emissioni di CO2 del 90% invece che del 100%. Il relatore Jan Huitema ha dichiarato: “Una revisione ambiziosa degli standard di CO2 è una parte cruciale del raggiungimento dei nostri obiettivi climatici.

Con questi standard, stiamo creando chiarezza per l’industria automobilistica e possiamo stimolare l’innovazione e gli investimenti per le case. Inoltre, l’acquisto e la guida di auto a emissioni zero diventeranno meno costosi per i consumatori.

Sono entusiasta che il Parlamento europeo abbia sostenuto un’ambiziosa revisione degli obiettivi per il 2030 e sostenuto un obiettivo del 100% per il 2035, che è fondamentale per raggiungere la neutralità climatica entro il 2050″.