Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Puglia, Anas: dibattito pubblico per la realizzazione del nuovo tratto stradale tra Vico del Gargano e Mattinata

(come riportato in una nota di ANAS)

La società delle strade del gruppo FS realizzerà il tracciato diviso in tre itinerari

Al via il programma dei lavori per il Dibattito Pubblico sulla futura realizzazione da parte di Anas del nuovo collegamento a scorrimento veloce tra Vico del Gargano e Mattinata, opera commissariata dal Governo nell’aprile 2021 per il suo rilevante impatto economico.

 L’opera, dibattuta assieme ai cittadini e ai soggetti interessati, ha l’obiettivo di ridurre l’isolamento delle località situate sulla costa Nord-Est del Gargano, generato dal mancato completamento della SS 693. In particolare, con la realizzazione dell’intervento, si vuole migliorare l’accessibilità ai centri abitati e alle aree turistiche della zona, nonché a scuole e presidi sanitari, riducendo i tempi di percorrenza, incrementare la sicurezza stradale delle infrastrutture esistenti, ridurre l’inquinamento atmosferico e sonoro, e in generale supportare la crescita economica del Gargano, in sinergia con i già previsti investimenti regionali e provinciali, contrastandone il progressivo spopolamento.

Per elaborare le possibili alternative, il tracciato è stato suddiviso in diverse tratte, identificate sulla base delle viabilità esistenti. In particolare, sono stati individuati tre itinerari: il primo tra Vico del Gargano e lo svincolo di Peschici, interamente di nuova realizzazione, il secondo tra lo svincolo di Peschici e lo svincolo di Vieste, che prevede il miglioramento della SS 89 esistente, il terzo tra Vieste e Mattinata, che prevede il miglioramento di un primo tratto della SS 89 e la realizzazione di un tratto successivo che oggi non esiste. 

Il dibattito pubblico, introdotto in Italia nel 2016 con il nuovo Codice dei contratti pubblici, ha lo scopo di presentare ai cittadini il progetto della nuova infrastruttura e di raccogliere osservazioni e proposte per consentire al proponente dell’opera, Anas, di valutare il progetto in rapporto con il territorio alla luce delle diverse alternative di tracciato finora studiate.

Il percorso è aperto a tutti i cittadini e gli stakeholder interessati ed è organizzato affinché tutti i partecipanti possano ricevere una informazione completa sul progetto, chiedere e ottenere chiarimenti da parte dei progettisti, indicare criticità o temi da approfondire e proporre soluzioni migliorative.

Gli incontri del Dibattito Pubblico partiranno dal 19 gennaio, con un primo appuntamento a Vico del Gargano. Hanno l’obiettivo di informare cittadini e soggetti interessati del progetto, esaminandone attentamente le potenzialità, le possibili alternative e gli impatti sul territorio.

Seguiranno altri tre incontri a Peschici, Vieste e Mattinata e tre incontri di approfondimento tematici, online, dedicati alle ricadute socio-economiche, agli aspetti archeologici, ambientali e paesaggistici, e ai tempi e alle modalità realizzative dell’intervento.

Saranno organizzati poi due tavoli tecnici con gli enti nazionali e locali che dovranno poi intervenire attivamente nelle fasi approvative dell’opera. Infine un incontro online servirà per presentare la relazione conclusiva del dibattito.