Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Protocollo antimafia sulle verifiche delle anomalie nelle gare di potenziamento dell’Aeroporto di Salerno

L’amministratore delegato di Gesca Spa, Roberto Barbieri e il prefetto di Salerno, Francesco Russo, hanno sottoscritto un Protocollo d’Intesa per prevenire i tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata nei lavori di potenziamento dell’Aeroporto di Salerno “Costa d’Amalfi”.

L’atto rappresenta un rafforzamento delle misure di attenzione e vigilanza per il contrasto delle infiltrazioni delle organizzazioni criminali nei lavori di potenziamento dello scalo campano dopo lo stanziamento di 134 milioni di euro in totale per lavori di potenziamento previsti per il periodo 2021-2025.

Il protocollo del Ministero dell’Interno, potenzia l’attività di monitoraggio delle ditte aggiudicatarie dei lavori e verifica delle anomalie nell’esecuzione delle opere con l’obiettivo di favorire la più ampia libertà di impresa e di concorrenza nella realizzazione dei lavori, il cui primo intervento di ampliamento consisterà nell’allungamento della pista e nella riqualificazione delle infrastrutture di volo.

La collaborazione istituzionale, ha sottolineato l’amministratore di Gesca Barbieri, «dimostra come sia possibile assicurare anche al “sud Italia” lo svolgimento in trasparenza delle attività imprenditoriali, per garantire l’immissione nel mondo dell’impresa e del lavoro di capitali e società pulite».