Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Pichetto Fratin: “L’Italia è per la neutralità tecnologica”

Il ministro dell’Ambiente e della sicurezza energetica al Forum Automotive

Le decisioni europee sul tema dell’energia avranno una certa ricaduta sul comparto automotive. 

Lo ha sottolineato il ministro dell’Ambiente e della sicurezza energetica, Gilberto Pichetto, intervenendo al Forum Automotive a Milano. “L’Italia – ha ricordato – è per la neutralità tecnologica”. Sul tema ne parla una agenzia Ansa. 

Non solo auto elettriche, dunque, per far fronte all’obiettivo zero emissioni comunitario che fissa al 2035 lo stop alla produzione dei motori termici, ma anche biocarburanti o altre tecnologie in fase di sviluppo o venture. “Bisogna coniugare l’obiettivo ambientale con le necessità produttive, economiche, e anche sociali” che – ricorda Pichetto – hanno un impatto rilevante per l’Italia.

Il neoministro auspica che la riunione dei ministri dell’energia dell’Ue in programma domani trovi un punto di convergenza comune e possibilmente ancora più avanzato rispetto a quanto raggiunto appena pochi giorni fa.

Quanto a possibili proroghe che consentirebbero ai motori tradizionali di sopravvivere, almeno temporaneamente, Pichetto non si sbilancia: “Difficile adesso tirare conclusioni. Il tema è da affrontare con cautela e serietà”. 

Pichetto ha anche sottolineato che il governo è “favorevole alla sperimentazione del nucleare di nuova generazione per far fronte alla crisi energetica”. È interesse di tutti, ha poi proseguito, liberarsi dalla dipendenza energetica. Pichetto ha anche assicurato che il governo Meloni proseguirà sulla strada tracciata dall’esecutivo Draghi anche a livello europeo.