Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Per Vera Fiorani il problema del caro materiali è risolto con il Decreto aiuti

Per Rfi il problema del caro materiali che ha condizionato diverse gare, costringendo le stazioni appaltanti a ricalcolare i valori in base alle più aggiornate rilevazioni di mercato, è risolto.

Sono le dichiarazioni di Vera Fiorani, amministratrice delegata di Rete Ferroviaria Italiana, intervenuta al Sustainability Day, iniziativa promossa da Ferrovie, concluse martedì scorso.

Le dichiarazioni di Vera Fiorani: «Il tema aumento dei prezzi è stato risolto insieme al Governo, che con il decreto Aiuti ha stanziato le risorse aggiuntive che servono a lanciare le gare del Pnrr. Abbiamo modificato i prezzi a inizio anno, da maggio sono stabilizzati e sono alla base delle gare dei prossimi mesi. Nelle ultime gare abbiamo bandito i prezzi sono stati sufficienti».

Così la manager di Rfi, secondo una dichiarazione a margine dell’evento raccolta dall’Ansa. «Il Pnrr – ha anche detto – procede abbastanza bene, sono mesi decisivi, stiamo lanciando le gare che vanno messe sul mercato entro l’anno, al massimo entro febbraio 2023, ogni settimana abbiamo una gara importante, confidiamo nel fatto che gli imprenditori siano pronti».

La presidente di Ferrovie dello Stato, Nicoletta Giadrossi, ha aperto la prima edizione del Sustainability Day. «Mai come in questo momento di incertezze e instabilità, la sostenibilità è importante». «È importante – ha sottolineato – perché vuol dire resilienza e capacità di adattamento: renderci più sostenibili e quindi più forti e pronti ad affrontare le sfide che ci vengono poste è un dovere per noi verso il nostro Paese».