Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Ferraris: “Smart road anche su A91 e Gra”

(come riportato su Le Strade dell’Informazione)

L’annuncio dell’ad del Gruppo FS Italiane alla presentazione dell’accordo sull’intermodalità con Adr

“Il progetto smart road sarà esteso anche sull’autostrada A91 Roma-Fiumicino e sul Grande raccordo anulare della capitale in accordo con la nostra controllata Anas”. Lo ha annunciato l’ad del Gruppo FS Italiane, Luigi Ferraris, alla presentazione di un accordo sull’intermodalità con Adr all’aeroporto di Fiumicino. 

“Stiamo lavorando per facilitare non solo le interconnessioni a livello di grandi centri, grandi aeroporti come Fiumicino, ma anche altre realtà. Già oggi portiamo o avviciniamo l’alta velocità a circa 13 aeroporti del Paese. – continua Ferraris – L’accordo che stiamo portando avanti oggi è un accordo che prevede una connessione stretta tra il trasporto aereo, con chi atterra a Fiumicino, e la connessione diretta con l’alta velocità per portare i passeggeri alla destinazione finale.

Per fare questo abbiamo bisogno di potenziare le nostre infrastrutture, aumentare di due binari la capacità della stazione di Fiumicino”.  Ferraris ha infine sottolineato che “sono tutti elementi che vanno nella direzione di agevolare uno sviluppo integrato. Ma l’intermodalità riguarda anche i servizi con ad esempio la collaborazione con i principali operatori del settore per avere l’integrazione del biglietto unico aereo-treno”. 

“Voglio sottolineare l’enormità di questo accordo che rappresenta una pratica rivoluzionaria- dichiara il presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti –  Il turista è un cittadino provvisorio che chiede al territorio le stesse cose che chiedono i cittadini: pulizia, sicurezza, benessere e qualità dei servizi. Nella storia del nostro Paese i grandi investimenti in infrastrutture sono stati fatti in occasione dei grandi eventi.

Per fortuna, negli ultimi anni, Ferrovie dello Stato, Aeroporti di Roma, e noi abbiamo dato una mano, hanno cambiato passo legando gli investimenti in infrastrutture non al grande evento ma alla programmazione. Questo accordo è importante perchè questa regione e la città di Roma ospiteranno eventi planetari nei prossimi anni, ma la cosa importante dell’accordo è che, a prescindere da questo, si penserà allo sviluppo dell’hub aeroportuale insieme al collegamento di quello che si muove intorno nel territorio. Si esce finalmente da una logica emergenziale”.  

Sul tema è intervenuto anche il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri: “Sono veramente felice di questo accordo tra Fs e Adr. Quello che presentiamo oggi è un progetto ambizioso che si colloca nel più ampio processo di sviluppo di una mobilità sempre più moderna e sostenibile a Roma. Ringrazio quindi Ferrovie dello Stato e Aeroporti di Roma per questo protocollo che consentirà di consolidare settori e competenze trasversali – dalla mobilità all’offerta turistica, ai servizi ai cittadini – nel solco di due grandi assi strategici: intermodalità e accessibilità.

L’Aeroporto di Fiumicino, scalo di fondamentale importanza per tutto il Paese, potrà beneficiare di nuove infrastrutture, più servizi di connessione diretta e una maggiore integrazione tra treno e aereo. È una scelta strategica lungimirante, che ci offre una chiara visione del volto che assumeranno la logistica e i trasporti nei prossimi anni e che come Amministrazione Capitolina siamo impegnati nella promozione dell’interconnessione e della mobilità sostenibile in tutte le sue forme, sfruttando il grande potenziale che arriva dal Pnrr, nel segno dell’innovazione e del digitale. L’accordo di oggi ci consente di agire in sinergia, per cogliere al meglio opportunità di straordinaria rilevanza come il Giubileo 2025 e la sfida di Expo 2030″.