Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Col progetto Fili la riqualificazione delle stazioni tra Milano e Malpensa

(Come riportato dall’Ufficio Stampa Regione Lombardia)

Prevista anche la realizzazione di una ciclabile di 54 km

Regione Lombardia col progetto ‘Fili’ ha stanziato 210 milioni di euro per riqualificare le stazioni ferroviarie sull’asse Milano-Malpensa e realizzare una ‘superstrada ciclabile’ tra Cadorna e l’aeroporto internazionale. Si è ufficialmente aperto martedì 12 luglio, con l’inaugurazione dello stand in Piazza Gae Aulenti a Milano, il Road Show di ‘Fili‘, uno dei più grandi progetti di rigenerazione urbana ed extraurbana in Europa, fortemente sostenuto appunto da Regione Lombardia.

Il tour è stato ideato per permettere ai cittadini di conoscere più da vicino i sei interventi che cambieranno il volto dell’asse Milano-Malpensa. L’itinerario conta 16 tappe nelle principali piazze lombarde e si svolge tra il 2022 e il 2023.

Ad aprire il primo appuntamento una cerimonia inaugurale che ha visto la partecipazione del presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, dell’assessore alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità Sostenibile della Regione Lombardia Claudia Maria Terzi e del presidente di Fnm Andrea Gibelli.

Lo stand Fili è presente in Piazza Gae Aulenti dal 12 al 18 luglio 2022 (ingresso libero dalle 9 alle 19) e permette a chi lo visita di ripercorre, attraverso un racconto coinvolgente e immersivo, tutte le attività previste.

I visitatori hanno libero accesso anche alla Pedal Power. Si tratta di una bicicletta che permette di percorrere virtualmente la superstrada ciclabile che sarà realizzata tra Milano Cadorna e Malpensa. Pedalando il cittadino può contribuire al raggiungimento dell’obiettivo, aggiudicandosi virtualmente il segmento di strada percorso con il rilascio immediato di un vero e proprio attestato digitale. Diventando così un ‘Fili Ambassador’.

Fili è un imponente disegno di riqualificazione dei principali centri di connessione di Ferrovienord. Un disegno che si accompagna a interventi di ricucitura urbana con l’adozione di soluzioni all’avanguardia nel disegno architettonico e nella sostenibilità ambientale.

Il progetto interessa l’asse Milano-Malpensa, corridoio fondamentale per le Olimpiadi di Milano Cortina 2026, che si presenterà come una intera arteria di nuovi scenari urbani verdi, moderni e ad alta vivibilità. I luoghi toccati dall’intervento saranno le stazioni di Milano Cadorna, Milano Bovisa, Polo di Saronno e Busto Arsizio e le aree ad esse adiacenti, con un intervento che arriverà a interessare progetti per un totale di 2 milioni di metri quadrati all’interno della Lombardia.

Fili comprende inoltre la piantumazione di migliaia alberi in circa 41.000 ettari attraverso 24 Comuni. Quindi la creazione di una superstrada ciclabile di 54 chilometri fra la stazione di Milano Cadorna e Malpensa. E la realizzazione di una Foresta Sintetica Pensile presso la stazione Milano Cadorna che produrrà ossigeno per la città di Milano.

“‘Fili’ è un progetto – ha spiegato il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana – nel quale Regione Lombardia ha investito in modo importante, con un totale di risorse assegnate, attraverso vari strumenti, pari a oltre 210 milioni di euro. Al di là delle risorse, però, da Presidente della Regione, rivendico soprattutto il grande lavoro compiuto per costruire le ‘condizioni abilitanti’ per creare gli spazi e arare il terreno sui cui questo progetto – e altri, spero, di pari visione – possano svilupparsi sul nostro territorio.

Leve che spaziano da interventi che riguardano lo sviluppo sostenibile, nuovo mainstreaming di Regione Lombardia, ma anche transizione digitale. E soprattutto semplificazione. Semplifichiamo reingegnerizzando i processi, riordinando l’apparato normativo, riducendo gli oneri, soprattutto creando le condizioni perché, in logica sussidiaria, gli attori del territorio possano operare al meglio in un quadro di certezze, contribuendo alla creazione di valore pubblico”.