Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Autostrade per l’Italia chiede un patteggiamento da 30 milioni per il crollo del ponte Morandi

Aspi ha chiesto alla Procura di Genova di patteggiare per l’inchiesta sul crollo del Ponte Morandi del 14 agosto 2018

La società, unitamente a Spea Engineering propone di versare 30 milioni di euro allo Stato italiano per il patteggiamento.

«La società ha presentato la richiesta di accesso al rito alternativo del patteggiamento alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Genova, ottenendo il consenso da parte dei Pubblici Ministeri», la nota, conclude: «Resta in Autostrade per l’Italia la piena consapevolezza che non si potrà mai dimenticare la tragedia del 14 agosto 2018 con il suo carico non commensurabile di dolore e sofferenze che ha profondamente segnato anche la società e tutti i suoi dipendenti».

La procura ha dato parere favorevole, ma il giudice non ha ancora deciso.

Aspi è iscritta nel registro degli indagati ai sensi del Decreto legislativo 231, per responsabilità amministrativa dell’Ente.