Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Autostrada A22, via libera al progetto esecutivo per realizzare la terza corsia dinamica

Parte il progetto esecutivo per i lavori tra Bolzano Sud e Verona Nord

Il CdA di Autobrennero (la concessionaria dell’autostrada A22 Modena-Vipiteno) ha approvato il progetto esecutivo per la realizzazione della terza corsia dinamica nel tratto Bolzano Sud-Verona Nord.

Una spesa prevista di oltre 400 milioni di euro, che prevede tutte quelle opere che si possono realizzare in attesa del rinnovo della concessione. Il ministero delle Infrastrutture ha decretato il 6 dicembre scorso la fattibilità tecnica della proposta di finanza di progetto da 7,2 miliardi di investimenti presentata da Autobrennero. Nel 2023 è atteso lo svolgimento della gara per l’assegnazione della concessione. Gara nella quale Autobrennero, in qualità di proponente, avrà il diritto di prelazione. Qualora Autobrennero dovesse ottenere la nuova concessione della durata di 50 anni, l’investimento complessivo per la terza corsia dinamica tra Bolzano e Verona sarà superiore al miliardo di euro.

Autobrennero aprirà cantieri, per gli interventi preliminari nel 2023, la società dichiara: «L’attivazione della corsia di emergenza come corsia di transito consente l’incremento della capacità fino a 4.300-4.400 veicoli l’ora».

La corsia dinamica sarà operativa nelle giornate con grandi flussi di traffico con più di 30.000 veicoli al giorno e con il superamento della soglia limite oraria di 2.600 veicoli l’ora: «La parte di interventi che riguarda la zona di Verona sarà completata in un solo anno e questa è certamente una buona notizia per il territorio»..

Diego Cattoni, amministratore delegato della società dichiara: «Si tratta di un risultato eccellente. Superiamo il record del 2019, quando il valore della produzione si attestò a 401,3 milioni». E questo nonostante i primi mesi dell’anno portassero ancora gli strascichi, in termini di volume di traffico, della pandemia che ha segnato pesantemente gli anni 2020 e 2021, caratterizzati peraltro da una mole notevole di interventi in manutenzione. Un investimento, quello nelle manutenzioni, che rimarrà inalterato anche nel corso del prossimo anno.

Il Cda di Autobrennero ha deliberato di spendere 68 milioni per la manutenzione ordinaria per l’autostrada. Osserva Cattoni: «Il nostro impegno per la sicurezza di chi viaggia non è mai venuto meno in questi anni, anche se la concessione è scaduta dal 2014. Il recente via libera del ministero alla nostra proposta di finanza di progetto ci spinge ancora di più a proseguire sulla strada intrapresa».