Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Aspi, l’AD Tomasi: apriremo il cantiere Barberino-Firenze Nord e la Gronda di Genova

Forti investimenti per 6 miliardi il contributo di Autostrade per l’Italia. A fine anno anche il progetto esecutivo per il Passante di Bologna. Sono le parole dette in Parlamento dall’amministratore delegato di Aspi, Roberto Tomasi, ascoltato dalle commissioni Ambiente e Trasporti di Montecitorio.

Tomasi ha parlato di 8,6 miliardi previsti per nuovi investimenti dei quali 6 miliardi sono cantierabili, perché abbiamo completato l’iter autorizzativo: progetti esecutivi, valutazione di impatto ambientale e conferenza di servizi chiusa. Questi progetti, ha però precisato Tomasi «oggi sono in attesa di approvazione da parte del ministero dell’Ambiente». Tra progetti pronti per essere trasformati in cantiere, Tomasi ha citato l’Autostrada A14 Bologna-San Lazzaro, la Milano Sud-Lodi, i due lotti sulla Firenze Pistoia, il nodo di Peretola, la Gronda di Genova e tutti i tratti di completamento dei lotti 1 e 2 della Incisa-Val D’Arno.

A proposito della Gronda di Genova Tomasi ha voluto chiarire che il progetto e tracciato sono blindati, a patto di non voler rinviare l’apertura dei cantieri a tempo indeterminato. «Vista la complessità dell’iter autorizzativo e la complessità delle verifiche che vengono condotte su progetti così complessi, pensare di modificare di un solo metro il tracciato della Gronda di Genova significa ripartire normalmente in valutazione di impianto ambientale», ha chiarito. «Non c’è alternativa perché per realizzare un progetto complesso come la Gronda si sono spesi più di 100 milioni di euro di verifiche ispettive, e nella zona sono state già individuate tutte le particelle che vengono utilizzate per la realizzazione; quindi, direi, assolutamente impossibile».

A proposito del Passante di Bologna, opera del valore di 1,6 miliardi, Tomasi ha promesso il progetto esecutivo entro dicembre di quest’anno, dopo che si è chiusa nelle settimane scorse la conferenza di servizi. L’investimento per il Passante di Bologna, assorbe la quota maggiore dei 2,6 miliardi di valore di progetti «che saranno pronti per il 2022», cioè «con progetto esecutivo che sarà presentato quest’anno».

È anche prossimo all’apertura del cantiere un maxi appalto in Toscana. «Entro 15 giorni – ha anticipato l’AD di Aspi – andremo ad aprire il lotto, del valore di un miliardo di euro, Barberino-Firenze Nord, dove abbiamo la galleria a tre corsie più grande mai realizzata in Europa».

Con il bilancio 2021, «abbiamo raggiunto un volume di circa un miliardo di investimenti realizzati», ha detto Tomasi prevedendo valori in crescita nel prossimo futuro: «a partire dal 2022 saliremo a 1,3 miliardi di investimenti per arrivare a superare i due miliardi, cui vanno aggiunti circa 800 milioni di euro relativi alle attività di manutenzione».

Share, , Google Plus, LinkedIn,