Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Allo studio la trasformazione dell’acqua marina in carburante

Il progetto di Xuping Sun, professore presso l’Universita’ di scienza e tecnologia elettronica della Cina e alla Shandong Normal University

L’acqua di mare potrebbe essere agevolmente trasformata in idrogeno per alimentare la transizione green e le sue diverse applicazioni secondo un nuovo studio pubblicato sulla rivista “Nano Research Energy” i cui risultati sono riportati in una agenzia Agi.

“L’elettrolisi dell’acqua di mare è un approccio estremamente interessante per la produzione dell’idrogeno, ma cloruro e ipoclorito, causano una grave corrosione all’anodo”, ha spiegato l’autore del nuovo studio Xuping Sun, professore presso l’Universita’ di scienza e tecnologia elettronica della Cina e alla Shandong Normal University.

Per far fronte a questo problema, si legge, lui e i suoi colleghi hanno utilizzato materiali a doppio idrossido stratificati. Nello specifico per ottenere un elettrodo più stabile, i ricercatori hanno sviluppato una matrice a doppio idruro a strati di nichel-ferro su tela di carbonio, con particelle di benzoato, ottenendo risultati promettenti in vista della trasformazione dell’acqua marina in idrogeno.