Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

A Mestre la prima stazione pubblica di rifornimento d’idrogeno

(Come riportato da “Le Strade Dell’Informazione”)

Frutto della collaborazione tra Eni, Toyota, il Comune e la Città Metropolitana di Venezia

Inaugurata a Mestre la nuova Enistation, la prima in Italia, in ambito urbano e aperta al pubblico, dove si può fare rifornimento di idrogeno per la mobilità su strada. Se ne parla in un articolo a firma di Barbara Ganz sul quotidiano Il Sole 24 Ore.

Il progetto secondo quanto si legge è frutto di collaborazione tra Eni, Toyota, il Comune e la Città Metropolitana di Venezia e ha lo scopo di promuovere la mobilità sostenibile nel territorio veneziano attraverso la costruzione di nuove infrastrutture.

E sono già arrivati i primi riscontri anche dall’estero: «Hanno chiamato turisti tedeschi per chiedere gli orari di apertura» ha dichiarato il sindaco del capoluogo veneto, Luigi Brugnaro, ricordando come altri Paesi europei, a partire dalla Germania, siano più avanti in questo campo. L’impianto rappresenta un passo concreto verso la realizzazione di una rete di distribuzione che permetta la circolazione di mezzi alimentati a idrogeno.

La stazione di servizio, si legge, è dotata di due punti di erogazione, con una potenzialità di oltre 100 kg/giorno, e di innovativi apparati di sicurezza. «Un traguardo e, insieme, un punto di partenza. Vogliamo essere protagonisti, e non a caso siamo in un’area come il Veneto e a Venezia, della costruzione di infrastrutture per rispondere alla domanda di mobilità sostenibile e, più in generale, di una efficace e concreta transizione energetica», ha detto Giuseppe Ricci, direttore generale Energy Evolution di Eni.

E Luigi Ksawery Lucà, ad di Toyota Motor Italia, ha sottolineato come l’obiettivo sia un approccio multitecnologico per arrivare al traguardo zero emissioni.