Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Sicurezza stradale, la realtà virtuale per la formazione del personale

(come riportato da Carlo Argeni su Le Strade dell’Informazione)

Particolarmente impegnativa l’attività di sorveglianza della rete viaria

L’attività di sorveglianza e pronto intervento svolta sulla rete stradale e autostradale è particolarmente impegnativa.

Proprio per questo gli Enti gestori la viabilità, tra questi l’Anas, dedicano una particolare attenzione alla formazione del personale in maniera da garantire che l’operatività “sul campo” del proprio personale sia sempre improntata sulla massima sicurezza propria e altrui. Alle lezioni in aula seguono, spesso, quelle su strada.

Autovie Venete, di recente, è ricorsa anche alle molteplici opportunità offerte dalla realtà virtuale. Attraverso un software dedicato si è, infatti, in grado di riprodurre in formato 3D situazioni di criticità della circolazione determinate dalla presenza di ostacoli sulla carreggiata, incidenti, rallentamenti al traffico e altro ancora.

Si tratta di un progetto messo a punto dalla digital farm Ikon e presentato ai vertici della società autostradale. In pratica, un visore e un articolato sistema di telecamere consentono di riconoscere i movimenti di chi lo indossa e gli ostacoli che gli si presentano davanti.

Si possono, quindi, ricreare situazioni di eventi emergenziali o di possibile rischio interessanti la viabilità e, rispetto ad essi, individuare le migliori strategie d’intervento.

Un approccio innovativo alla formazione che, a quanto pare, ne riduce i tempi e migliora pure l’apprendimento.